A Crans-Montana, il Passo post-magico è stato presentato

Grégoire Baur letemps.ch 19.12.19

Due mesi dopo l’annuncio del rilascio del Magic Pass, gli impianti di risalita di Crans-Montana Aminona hanno presentato la loro nuova strategia, basata in particolare su prezzi dinamici. Per lo specialista Laurent Vanat, questo è un “petardo bagnato”

Ulteriori informazioni sull’immagine

Gli impianti di risalita di Crans-Montana Aminona hanno svelato la loro strategia post-Magic Pass.

© Jean-Christophe Bott / KEYSTONE

Il periodo di incertezza è finito. Due mesi dopo aver annunciato che non avrebbero rinnovato il contratto Magic Pass, lo skilift Aminona di Crans-Montana (CMA) ha sollevato il velo giovedì sulle offerte che offriranno ai loro clienti una volta il loro ritiro dall’abbonamento comune a più di 30 stazioni di lingua francese sarà effettivo il 1 ° maggio. La società ha tracciato una linea dal passato, per costruire il futuro da una pagina vuota.

Il desiderio di CMA è di offrire ai propri clienti la possibilità di godersi la montagna tutto l’anno. “Vogliamo offrire più di un comprensorio sciistico, vogliamo offrire un territorio”, ha dichiarato Maxime Cottet, direttore dell’azienda. Pertanto, almeno un’installazione verrà eseguita 365 giorni all’anno.

Per trarne vantaggio, sono disponibili diverse opzioni per i clienti. Un abbonamento classico è disponibile da 365 franchi. Un pass superiore, il cui prezzo base è di 599 franchi, include servizi aggiuntivi, come saltare la fila o la possibilità di godersi le piste prima di tutti gli altri, dieci giorni a stagione. Questi due abbonamenti danno anche accesso a molte altre offerte, come le giornate sugli sci in altre località, i cui nomi non sono ancora stati rilasciati.

Quando lascia il Magic Pass, CMA non dimentica i clienti che hanno un abbonamento in un’altra stazione, in Svizzera o in un paese vicino. Offre loro un pacchetto valido durante i periodi di traffico limitato tra il 1 ° dicembre e il 30 aprile, il cui prezzo base è di 149 franchi.

Primo singhiozzo

Tutte queste offerte saranno offerte durante quattro periodi di vendita separati. Il primo è iniziato giovedì a mezzogiorno, secondo il modello dinamico dei prezzi. I primi clienti beneficiano del prezzo base, prima che questi aumentino. Quanti abbonamenti venderanno CMA al prezzo indicato? La società non lo dice. Giovedì, alle 15:45, l’abbonamento classico costava già 425 franchi, prima che il sito non fosse disponibile per un quarto d’ora, quindi è riapparsa l’offerta da 365 franchi. La nuova strategia CMA non sembra ancora essere ben sviluppata.

Il modello di prezzi dinamico è valido anche per i pass giornalieri. Il prezzo varierà in base alla frequenza, al tempo o alle aspettative del cliente. Sarà tra i 15 e gli 89 franchi. Infine, la stazione offrirà l’accesso gratuito alle strutture per i bambini di età inferiore a 9 anni.

Domande e stupore

Ad ottobre, quando l’annuncio della fine della collaborazione con il Magic Pass, i critici erano numerosi. Giovedì, le poche decine di cittadini presenti per la presentazione delle offerte sembravano conquistate. Tra questi, Bruno Huggler, direttore del Turismo e Congresso di Crans-Montana, che crede che la gente del posto e i proprietari delle seconde case troveranno la loro felicità. “D’altra parte, cosa accadrà agli altri clienti, che non provengono dall’Altopiano? chiede. Sarà necessario un lavoro significativo per convincerli a venire alla nostra stazione. ”

Consulente specializzato nel mondo dello sci, Laurent Vanat è sorpreso dagli annunci fatti dalla CMA. “Per molti mesi, la compagnia ha continuato a dire che non guadagnavano abbastanza con il Magic Pass. Oggi offre un abbonamento ancora più economico. Con la sua strategia, alla fine non aumenterà né la sua presenza né il suo fatturato. Sembra un petardo bagnato. “