Deutsche Bank scade l’accordo di consulenza con la cavalletta statunitense

Tim Bartz spiegel.de 24.12.19

Il doppio mandato dell’investitore statunitense aggressivo Cerberus come comproprietario e consigliere di Deutsche Bank ha suscitato critiche. Ora, secondo le informazioni di SPIEGEL, l’ordine di consulenza viene eseguito in modo silenzioso.

È stato un affare terrificante: nell’autunno 2017, l’investitore finanziario con sede a New York Cerberus è diventato un importante azionista di Deutsche Bank acquistando circa il tre percento delle azioni dell’istituto. Nell’estate 2018, Deutsche Bank ha improvvisamente annunciato di aver dato a Cerberus un mandato di consulenza per chiedere aiuto con la ristrutturazione. Questo duplice ruolo, che è probabilmente unico sul mercato dei capitali tedesco, ha prontamente suscitato critiche.

La divisione di consulenza di Cerberus è formalmente separata dalla divisione di investimento americana, quindi non vi sono obiezioni legali in merito. Tuttavia, agli americani è stata data una visione molto più approfondita del bilancio di Deutsche Bank rispetto agli altri azionisti. Cerberus detiene anche una partecipazione in Commerzbank . Deutsche Bank ha tenuto colloqui di fusione all’inizio dell’anno, quindi Cerberus avrebbe beneficiato due volte di una fusione. Alla fine, i negoziati si sono conclusi invano.

Anche il controverso mandato consultivo di Cerberus sta finendo. Secondo le informazioni SPIEGEL, il contratto scade alla fine dell’anno; Cerberus sarà quindi solo un importante azionista. Ma per molto tempo a venire: l’accordo prevede che agli americani non sarà consentito acquistare o vendere azioni di Deutsche Bank nei prossimi mesi. Ciò è avvenuto durante il mandato consultivo.

“La consulenza alla Cerberus Operations and Advisory Company dalla metà del 2018 è stata molto importante e ci ha supportato nell’avvio della nostra ampia trasformazione. Ora si tratta solo di implementazione”, ha dichiarato Deutsche Bank su richiesta.

Obiettivi del mandato non raggiunti

Quando Cerberus si è unito a Deutsche Bank, il suo prezzo delle azioni ha oscillato intorno ai 15 euro – ora non costa nemmeno la metà. Almeno sulla carta, l’investitore americano, il cui pacchetto azionario vale attualmente ben 400 milioni di euro, ha perso molti soldi. La commissione di consulenza dovrebbe limitare la perdita, tuttavia. Anche gli altri azionisti di Deutsche Bank non godono di questo vantaggio.

Cerberus avrebbe aiutato Deutsche Bank sotto l’amministratore delegato Christian Sewing a tagliare i costi e aumentare i ricavi, soprattutto investendo la liquidità in eccesso in modo più redditizio. Entrambi ebbero solo parzialmente successo. Nei primi nove mesi del 2019, le spese amministrative sono addirittura salite a 18,7 miliardi di euro (anno precedente: 17,8 miliardi di euro); Al contrario, il reddito totale è sceso a 17,8 (19,7) miliardi di EUR. Cucire, che sta tagliando 18.000 posti di lavoro in tutto il Gruppo e riducendo drasticamente la sua presenza negli Stati Uniti, si attiene ai suoi obiettivi di costo a lungo termine.

Cerberus, dal nome del Hellhound nella mitologia greca, non è attivo solo in Germania come azionista di Deutsche Bank e Commerzbank. Gli americani hanno anche acquistato HSH Nordbank insieme ad altri investitori . Anche la Southwest Bank appartiene a loro. Cerberus, invece, si sta ritirando dall’ex banca sindacale austriaca Bawag; l’ex istituto di scandalo è nuovamente praticabile dopo una cura a cavallo prescritta da Cerbero.

Sperano anche un effetto simile in Deutsche Bank – in futuro, tuttavia, senza la consulenza del “Hellhound” di New York.