Dall’uovo di campagna alla regina di Internet

Virginia Kirst, Roma welt.de 25.12.19

ROMA, ITALIA - 19 NOVEMBRE: Chiara Ferragni assiste alla premiere del film "Chiara Ferragni - Unposted" all'Auditorium della Conciliazione il 19 novembre 2019 a Roma, Italia.  (Foto di Franco Origlia / Getty Images)
ROMA, ITALIA - 19 NOVEMBRE: Chiara Ferragni assiste alla premiere del film "Chiara Ferragni - Unposted" all'Auditorium della Conciliazione il 19 novembre 2019 a Roma, Italia.  (Foto di Franco Origlia / Getty Images)

Chiara Ferragni a Roma alla premiere del suo filmFonte: Getty Images

La giovane italiana Chiara Ferragni ha quasi 18 milioni di follower su Instagram – più persone della popolazione dei Paesi Bassi. Un film traccia la loro ascesa – un esempio di insegnamento per una carriera di influencer.11Nascondi annunci pubblicitaridisplay

InVia della Conciliazione, che collega il centro storico di Roma con la Basilica di San Pietro, in questa serata piovosa viene steso un tappeto rosa. Gli adolescenti si muovono da una gamba all’altra dietro la barriera, aspettando la loro stella: Chiara Ferragni, 32 anni e una delle influenze di moda di maggior successo che influenza il gusto di milioni di fan attraverso i social media.

Ferragni ha 17,7 milioni di follower su Instagram , più persone dei Paesi Bassi. Quella sera mostra il suo film “Unposted”, un documentario autobiografico che ripercorre la sua ascesa fiabesca dalla provincia italiana settentrionale all’influencer di fama mondiale e al vertice della sua stessa compagnia.

Con il film, che è ora disponibile in tutto il mondo su Amazon Prime Video, Ferragni vuole emanciparsi dal ruolo di influencer e affermarsi come imprenditore digitale. Contrariamente a quanto promette il titolo, il film non consente uno sguardo dietro la persona quando Ferragni si è presentato su Internet. Ma è un esempio di insegnamento di come nasce una carriera da influencer.

Chiara Ferragni è nata a Cremona nel 1987. Dopo essersi diplomata al liceo, ha iniziato a studiare legge alla Bocconi, l’università d’élite di Milano, e ha iniziato a sperimentare su Internet : ha pubblicato le sue foto e le ha fatte valutare da altri utenti. Motivata dalle reazioni positive, inizia il suo primo blog nel 2009, dove condivide ogni giorno le foto dei suoi abiti. Lei lo chiama “The Blonde Salad”.

Successo eccezionalmente grande

Spicca la giovane donna con gli occhi azzurro ghiaccio e i capelli decolorati. Non tutti i commenti sono belli, alcuni utenti trovano le loro foto troppo banali, altri mostrano troppa pelle. Ma l’attenzione è la valuta di Internet, con 30.000 persone che visitano il loro blog nel primo mese. Quindi è veloce.

Nel 2010 Ferragni è stato invitato alla settimana della moda di Milano e quando le prime aziende hanno chiesto loro collaborazioni pubblicitarie, è chiaro che il loro hobby si è trasformato in una professione. Quindi Ferragni scopre la nuova piattaforma Instagram e la utilizza. Con un successo straordinariamente grande.

Alison Bringè, direttore marketing di Launchmetrics, specializzata nell’analisi del marketing degli influencer, afferma che Ferragni è stata molto brava ad avvicinare i suoi follower in un modo molto personale e autentico e a costruire una comunità online. Ha anche beneficiato del vantaggio di essere una delle prime influencer della moda.

Se in quel momento eri interessato alla moda e su Instagram, difficilmente potresti evitare la bionda italiana. “Ferragni è ormai così famosa come influencer che è lei stessa di spicco”, afferma Bringè. La società di consulenza Launchmetrics, specializzata nell’analisi del marketing degli influencer, classifica Ferragni tra i cinque influencer di moda più influenti al mondo. La rivista commerciale americana “Forbes” lo considera il numero uno.

Insieme a suo marito, il rapper italiano Fedez, ha più di 26 milioni di follower. Eppure è ancora lontano dalle superstar come il calciatore Cristiano Ronaldo (191 milioni di abbonati) o la star televisiva Kylie Jenner (151 milioni). Sebbene facciano appello a un gruppo target meno omogeneo, secondo il sito Web del settore Influencer Marketing Hub, oltre al loro numero elevato di follower, hanno anche un tasso di interazione molto elevato.

Perché avere molti follower non significa automaticamente essere un influencer. È particolarmente prezioso per i marchi se i follower degli influenzatori commentano i loro contributi e li condividono con i propri amici. “Il marketing attraverso il passaparola è un concetto antico”, spiega Bringè. “Gli influencer hanno trovato un nuovo modo di commercializzarlo”.

All’inizio di quest’anno, Ferragni è diventata anche l’amministratore delegato delle sue due società: TBS Crew, che gestisce il suo blog e offre consulenza sul marketing online e della personalità, e Serendipity, che vende abbigliamento del marchio Chiara Ferragni Collection. Secondo le dichiarazioni di Ferragni, queste due società hanno generato insieme 40 milioni di euro l’anno scorso. Questo è otto volte più rispetto all’anno precedente. Ma la vita del jet set che lo stile di vita del jet set di Ferragni mostra su Instagram sembra anche piuttosto costosa.