Le azioni del Golfo si tuffano nella minaccia di guerra, Aramco raggiunge il livello più basso dall’IPO

Zerohedge.com 5.1.20

I mercati azionari del Golfo sono precipitati domenica, con azioni saudite, kuwaitiane, Dubai, del Qatar e egiziane che hanno subito pesanti perdite dopo che il principale comandante militare iraniano Qassem Soleimani è stato assassinato da un attacco aereo americano di droni venerdì all’aeroporto di Baghdad, secondo quanto riferito da Reuters.

La Borsa saudita (Tadawul) è scesa di 170 punti a 8.226, o in calo del -2%, a volume pesante. L’indice è stato appesantito da significative perdite nelle telecomunicazioni, nell’industria, nella sanità e nella finanza. 

Le azioni di Aramco saudita sono scese dell’1,7% domenica, colpendo 34,55 riyal ($ 9,21) per azione, ora al suo livello più basso dall’IPO del mese scorso. 

La borsa del Kuwait è scesa del 4% senza avanzare delle azioni, tutte in calo, compreso un calo del 3% nella Banca nazionale del Kuwait.

L’indice generale del mercato finanziario di Dubai (DFMGI) è sceso del 3% domenica, si sono osservati cali significativi nel più grande emittente di Dubai Emirates NBD e Dubai Islamic Bank.

L’indice del Qatar è sceso del 2%, con tutti i 20 titoli in calo. La Qatar Islamic Bank è scivolata del 2,7% e la Qatar National Bank è diminuita dell’1,9%.

Lo scambio egiziano (EGX 30, EGX 70 e EGX 100) è precipitato domenica del 4,50%. 

Il sentimento di rischio è stato diffuso nei mercati del Golfo dopo che Soleimani, la mente delle operazioni militari all’estero di Teheran, è stata uccisa negli attacchi aerei statunitensi venerdì. 

Teheran vede l’uccisione di Soleimani come un atto di guerra. 

Sabato, una bandiera rossa è stata issata sopra la sacra moschea di Jamkaran a Qom, la città più sacra dell’Iran.

La bandiera è quasi sempre blu, ma secondo le antiche tradizioni iraniane nelle antiche guerre, le bandiere rosse sono state sollevate quando il nemico commette un omicidio e rimarranno rosse fino al completamento della vendetta.