Di fronte al calo dei contanti, le banche belghe mettono in comune i propri sportelli bancomat

Raphaël Bloch lesechos.fr 10.1.20

Per adattarsi al calo della liquidità e ridurre i costi, le quattro maggiori banche belghe hanno deciso di costituire una rete comune di distributori. Il suo lancio è previsto per il 2021. Altre banche europee stanno sviluppando progetti simili.

0602553846322_web_tete.jpg

La nuova rete ATM sarà lanciata nel 2021 e completata entro il 2023.

Michel GOUVERNEUR / REPORTERS-

Per grandi mali i grandi rimedi. Di fronte al calo del contante, sempre più sfidato dai pagamenti con carta e dalle applicazioni per smartphone, le quattro maggiori banche belghe, Belfius, BNP Paribas Fortis, ING e KBC hanno deciso di mettere in comune i propri bancomat (DAB) e creare una rete comune. 

L’annuncio è caduto l’8 gennaio. La rete sarà sviluppata in white label e gestita da una società mista che deve ancora essere creata, ha specificato il “Big Four” bancario belga. L’iniziativa è aperta a tutti gli stabilimenti con una rete di distributori automatici.

Lancio nel 2021

Le quattro banche, che stanno  aumentando le chiusure delle agenzie  – BNP Paribas Fortis ha pianificato di chiudere il 40% delle sue filiali entro il 2021 – non hanno specificato cosa farebbero con la loro attuale rete ATM.

Una parte integrerà la nuova rete comune, che a sua volta beneficerà di nuovi sportelli automatici. Questo  “si baserà su una distribuzione equilibrata di distributori”, ha aggiunto il consorzio, che rappresenta circa la metà dei 7.800 distributori del paese. Obiettivo: il 95% della popolazione belga dovrebbe avere accesso a un distributore a una distanza massima di 5 km, secondo i leader del progetto.

Ma alcuni sportelli bancomat dovranno chiudere:  “Oggi ci sono troppi distributori in alcuni luoghi, come centri cittadini e centri commerciali, non sempre ce ne sono abbastanza in altri luoghi. “ Annunci saranno effettuati nelle prossime settimane.

La rete congiunta delle quattro banche sarà lanciata nel 2021 e completata entro il 2023. L’obiettivo del progetto è di rispondere al cambiamento nel comportamento dei consumatori riguardo all’uso del denaro contante, mentre l’uso del denaro contante  non smette di restringersi nel paese.

Le cifre parlano da sole: in meno di un decennio, i pagamenti elettronici, in particolare con la carta, sono decollati in Belgio. Secondo i dati della Banca centrale europea, dal 2012 sono aumentati di oltre il 70% (oltre 2 miliardi di transazioni).

Da parte loro, i prelievi dai distributori sono diminuiti nello stesso periodo, rendendo le macchine sempre più costose … Secondo la Federazione delle banche belghe (Febelfin), tra il 2012 e il 2019, il numero di operazioni è aumentato da 300 milioni a 264 milioni , un calo di oltre il 15%. “Prevediamo che questo declino acceleri negli anni a venire”, hanno affermato le banche.

Un onere per le banche

Questo sviluppo li obbliga a rivedere le loro reti  ,  in particolare a causa dei grandi investimenti continuamente richiesti per la fornitura e la sicurezza dei distributori.  .

Consapevoli del problema, altre banche belghe hanno già avviato un progetto simile. Alla fine di novembre, cinque stabilimenti, Argenta, Axa Bank, bpost bank, Crelan e vdk bank hanno formalizzato il lancio di “Jofico” (Joint Financial Company). Rappresentando circa il 20% degli sportelli automatici belgi, hanno deciso di mantenere le proprie reti automatizzate.

Queste iniziative potrebbero dare idee ai paesi vicini? In Finlandia e Svezia, le banche hanno adottato misure simili dal 2015. Più di recente, anche le  tre maggiori banche olandesi hanno deciso di mettere in comune le proprie reti di distributori per risparmiare denaro.

Bancomat, una specie in via di estinzione

E in francia? Ancora una volta, le banche francesi hanno preso provvedimenti. BPCE (Banques Populaires, Caisses d’épargne) ha affidato  la gestione completa dei suoi bancomat alla Francia di Brink. Altri stabilimenti francesi hanno suggerito che potrebbero essere sedotti da un tale sistema. Un’altra strada attualmente in discussione: aumentare le commissioni pagate da una banca quando uno dei suoi clienti utilizza bancomat di un altro stabilimento.