Aramco aumenta il suo record OPV a 26.450 milioni dopo aver eseguito la “scarpa verde” di Goldman Sachs

europapress.es 13.1.20

Cerimonia di borsa saudita Aramco – TADAWUL – ARCHIVIO

Il successo dell’IPO di Saudi Aramco, che ha iniziato a essere negoziato a Tadawul, la Borsa di Riyadh, l’11 dicembre, sarà persino maggiore di quanto inizialmente calcolato, dopo che Goldman Sachs ha eseguito la clausola di sottoscrizione (” scarpa verde “) e ha venduto 450 milioni di azioni aggiuntive della compagnia petrolifera statale in Arabia Saudita, portando l’ammontare dell’OPV a 1,1 trilioni di rial (26.450 milioni di euro).

Pertanto, l’Arabia Saudita, che dal suo salto nel parquet era diventata la più grande IPO della storia, sollevando 96.000 milioni di rial (25.600 milioni di dollari o 23.010 milioni di euro), ha ampliato il suo vantaggio rispetto i 25.000 milioni di dollari (22.471 milioni di euro) raccolti da Alibaba nel suo debutto in borsa nel 2014.

Aramco, che inizialmente aveva collocato 3.000 milioni di azioni proprie al prezzo di 32 rialzi per titolo, ha autorizzato Goldman Sachs a procedere con la vendita delle 450 milioni di azioni della compagnia petrolifera riservate ai lavori di stabilizzazione in eccesso.

“Per chiarire i dubbi, le 450 milioni di azioni soggette all’opzione di sottoscrizione in eccesso sono state assegnate agli investitori durante il processo di creazione del libro e, pertanto, non sono state offerte azioni aggiuntive sul mercato”, ha affermato la compagnia petrolifera. rilevante.

I titoli Aramco sono stati quotati lunedì con una diminuzione dello 0,14%, nei 34,75 rial, dopo che il loro debutto l’11 dicembre ha registrato un aumento del 10% rispetto ai 32 rialzi dei prezzi del loro OPV , fino a 35,2 Rial e alzarsi nelle sessioni immediatamente dopo il loro debutto fino ai 38 Rial.