La vendita illegale dell’ex banchiere spagnolo- Picasso- è stata multata per 52 milioni di euro

spiegel.de 16.1.20

"Head of a Young Woman" è stato creato nel 1906 e proviene dal "Periodo rosa" di Picasso

“Head of a Young Woman” è stato creato nel 1906 e proviene dal “Periodo rosa” di Picasso

Il miliardario e collezionista d’arte spagnolo Jaime Botín è stato multato per 52,4 milioni di euro. Aveva provato a vendere un dipinto di Picasso a Londra.

L’importante miliardario spagnolo, ex banchiere e collezionista d’arte Jaime Botín è stato condannato a una multa di 52,4 milioni di euro e 18 mesi di carcere. L’imputato ha tentato di vendere all’estero il dipinto di Picasso “Testa di giovane donna” senza il permesso delle autorità spagnole, secondo una sentenza del tribunale penale di Madrid. Secondo il verdetto, l’immagine che è un bene culturale nazionale è ora in possesso dello stato.ANZEIGE

Ma Botín, 83 anni, non deve stare dietro le sbarre. Le pene detentive fino a due anni sono quasi sempre sospese in Spagna per indagati che non hanno precedenti penali. La procura aveva ordinato una condanna a quattro anni. Inoltre, la persona condannata può fare appello a un’istanza superiore.

La sanzione esemplare è il doppio del valore stimato dell’immagine che Botín voleva esportare. Il tribunale ha ritenuto che avesse voluto mettere all’asta la foto da Christie’s a Londra. Lo zio del Banco Santander, Ana Botín, fu presidente della Bank Bankinter tra il 1986 e il 2002.

“Head of a Young Woman”, che ebbe origine nel 1906 e proviene dal “Periodo rosa” di Picasso, era noto per essere stato portato clandestinamente fuori dal paese. Le autorità doganali francesi hanno messo in sicurezza l’immagine nel 2015 su una barca al largo dell’isola di Corsica. Le autorità hanno dichiarato di aver ricevuto la mancia che inizialmente l’impianto doveva essere portato illegalmente in Svizzera.