B.P.Bari: il Fidt cerca un d.g. (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Mentre è appena partita la due diligence sugli attivi della Popolare di Bari e il Parlamento è al lavoro sul decreto per il salvataggio, un nuovo dossier è arrivato sulla scrivania dei commissari Enrico Ajello e Antonio Blandini e dei vertici del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (Fitd).

In questi giorni, scrive MF, si sta infatti vagliando la nomina di un direttore generale che coordini il delicato processo in corso e gestisca la dialettica tra le numerose controparti, compresa la Vigilanza. Una figura necessaria soprattutto per l’alto livello di complessità del salvataggio che richiede la presenza di un manager di comprovata esperienza al tavolo delle negoziazioni. Tanto più che, dopo il commissariamento e l’allontanamento di Vincenzo De Bustis, la Popolare di Bari è rimasta di fatto priva di un capo azienda. La nomina, che questa mattina dovrebbe essere discussa dai commissari e dai vertici del Fitd nel corso di una ricognizione complessiva del lavoro sull’istituto pugliese, è questione di giorni e già diversi profili sono stati sondati. Tra i grandi soci del Fitd c’è chi vedrebbe bene per quell’incarico Fabio Innocenzi, in uscita a fine mese in da Carige dopo l’aumento di capitale e la fine del commissariamento, o Fabrizio Viola che, dopo aver guidato Mps e la Popolare di Vicenza, è oggi al vertice di Depobank. Quella del direttore generale peraltro potrebbe non essere l’unica nomina in arrivo. Al vaglio del Fitd infatti ci sarebbe anche la scelta di un nuovo direttore finanziario, posizione oggi ricoperta da Luigi Jacobini, figlio dell’ex presidente Marco Jacobini.

lab

(END) Dow Jones Newswires

January 21, 2020 02:10 ET (07:10 GMT)