Davos Man – Progenie incomprensibile dei banchieri centrali keynesiani

Zerohedge.com 25.1.20

Autore di David Stockman via LewRockwell.com,

Sono stati segnalati 119 miliardari che hanno partecipato alla confab di Davos quest’anno – oltre al Donald, che si è preso un giorno di riposo dall’Impeachment per affrontare questo agosto raduno dei traslochi e degli agitatori del mondo.

C’erano anche 1500 jet privati che affollavano gli aeroporti circostanti, oltre alla notevole esperta di 17 anni che viaggia in treno sulla scienza del clima planetario, Greta Thunberg.

Inoltre, tra i 10 miliardari presenti dalla Cina comunista c’è Ren Zhenfei, fondatore di Huawei e padre del suo direttore finanziario, Meng Wanzhou. Anche mentre papà corteggia i ricchi e famosi sulle piste, la figlia languisce in una prigione canadese in attesa di estradizione negli Stati Uniti perché aveva l’audacia di fare affari con l’Iran contro le istruzioni di Washington e l’ultima fatwa di Trump contro il governo di Teheran.

Vale a dire, il patrimonio netto combinato dei miliardari del mondo nel 2000 era di  $ 1 trilione , secondo Forbes, ma in questo momento pubblicitario quel numero è stimato a poco meno di  $ 10 trilioni . Quindi i  2.150  membri del Billionaires Club hanno ora un patrimonio netto maggiore del 60% della popolazione mondiale combinata. Sono  4,6 miliardi di  persone!

In tal senso, ovviamente, non ci stiamo unendo alla brigata Bernie Sanders / AOC / Pocahontas. In un mondo di mercati liberi, denaro onesto e governo de minimis, più miliardari meglio è. Ma ciò di cui dubitiamo sinceramente è che ci fosse una base onesta e sostenibile per un   guadagno di 10 volte il patrimonio netto del Club dei miliardari in un periodo di due decadi in cui il PIL nominale del mondo è salito da $ 35 trilioni a $ 85 trilioni, o di  2,4X .

Dopotutto, le attività prevalentemente finanziarie che comprendono il patrimonio netto mondiale sono semplicemente la capitalizzazione del suo reddito o PIL sottostante. E non vi è alcuna base né in solida economia né in matematica di base per far crescere la prima quasi  quattro volte più veloce  della seconda per due decenni consecutivi.

Detto in altro modo, a meno che le antiche leggi sulla moneta sonora non siano state abrogate dagli stessi dei economici, Davos Man si appresta a diventare quasi raro come l’uomo di Neanderthal o, più precisamente, è stato un caso di Piltdown Man da sempre.

Ricordiamo che quest’ultimo era stato propagandato da alcuni furfanti britannici nel 1912 come un homo sapiens di 500.000 anni e l’anello mancante dell’evoluzione. Purtroppo, in realtà era uno scheletro umano vecchio di 50.000 anni, fuso con la mascella e i denti di un moderno orangutan.

Il miliardario Haven

Come è successo, ci sono voluti circa tre decenni al mondo per capire che Piltdown Man era una bufala, ma la bufala di Davos Man è già normale come un giorno. Questo perché tollerando persino l’imminente isteria di estinzione di Greta e l’orrenda più orribile di Everald del Donald, i miliardari riuniti stanno dimostrando di non essere dei   geni 4X dopo tutto, ma solo di cavalieri di bolle sulla grande bufala delle banche centrali del 21 ° secolo.

In effetti, supponiamo che una sorta di inciampo di colpa spiegherebbe la sollecitudine soprannominata del World Economic Forum (WEF) per la truffa sul riscaldamento globale e la sua locandina intellettualmente pre-pubescente, Greta. Ma perché nel mondo i presunti profondi pensatori del WEF non dovrebbero ridere del malarkey di Donald dal palco?

Sulla strada per la Svizzera ha twittato un superlativo che sarebbe l’invidia del più grande sbruffone nel cortile della scuola:

“Ora siamo NUMERO UNO nell’universo, di gran lunga !! …….

E poi ha addensato la poltiglia mentre era sul podio a Davos:

La nuova prosperità dell’America è innegabile, senza precedenti e senza eguali in tutto il mondo … L’America ha fatto questo strabiliante cambiamento non apportando lievi modifiche a una manciata di politiche ma adottando un approccio completamente nuovo. Ogni decisione che prendiamo … è focalizzata sul miglioramento della vita di ogni giorno gli americani. Siamo determinati a creare il più alto standard di vita che chiunque possa immaginare. ”

Gente, questo è solo un blppy poppycock. Siamo alla fine dell’espansione del ciclo economico più lunga e più debole della storia (mese n. 127), eppure il reddito familiare reale mediano è appena tornato al punto in cui si trovava due decenni fa.

L’idea che Trump-O-Nomics abbia qualcosa a che fare con spianare la strada per il “più alto standard di vita che chiunque può immaginare” è solo un bluster free content.

I fatti mostrano in realtà che lo standard di vita degli Stati Uniti è rimasto stagnante per due decenni, aumentando e diminuendo con il ciclo economico, ma guadagnando in media la grande somma di  $ 87 all’anno  ($ 2018) dal 1999.

Giusto. Come mostrato nel grafico qui sotto, la mediana di $ 63.179 riportata per il 2018 è senza dubbio il miglior punteggio per gli anni a venire, ma rappresentava un guadagno del 2,7% rispetto al livello di $ 61.526 ($ 2018) registrato nel lontano 1999.

Mentre i dati per il 2019 non sono ancora disponibili, è evidente che le varie categorie di guadagno dell’anno scorso sono state a malapena al passo con l’inflazione, il che significa che il reddito familiare reale mediano era piatto. Pertanto, la prossima recessione nei primi anni del 2020 invierà le barre nere nella tabella scivolando più in basso come hanno fatto durante e dopo ciascuna delle recessioni contrassegnate dallo spazio bianco.

I fatti mostrano in realtà che lo standard di vita degli Stati Uniti è rimasto stagnante per due decenni, aumentando e diminuendo con il ciclo economico, ma guadagnando in media la grande somma di  

Ecco la cosa. Le politiche di Donald hanno danneggiato immensamente le basi su cui poggia l’attuale ciclo economico in rapida espansione. Tuttavia, non vi è stato alcun vantaggio a breve termine in termini di accelerazione della crescita complessiva del PIL e in realtà una forte decelerazione degli investimenti delle imprese e della crescita delle esportazioni.

Allo stesso modo, il decantato 70% del PIL attribuibile alla spesa per consumi personali (PCE) è stato essenzialmente mantenuto in vita dai prestiti.

Quasi il 67% dell’aumento delle spese per consumi personali dal 4 ° trimestre 2012, quando l’economia americana si era completamente ripresa dalla Grande recessione, è stato rappresentato dalla crescita del debito delle famiglie. Quest’ultimo (barre viola) è salito di  $ 2,4 trilioni  a un record di  $ 16 trilioni  rispetto a una crescita del consumo personale (PCE) di soli  $ 3,6 trilioni  nello stesso periodo di 81 mesi.

Ciò che i gommisti della “economia forte” dimenticano, ovviamente, è che prima o poi devi pagare il pifferaio quando l’economia diventa indebitata come il mondo di oggi. Dovresti effettivamente pagare i debiti durante la fase di crescita del ciclo, ma evidentemente ciò non è accaduto da remoto questa volta nella stalla.

Quindi puoi vantarti della più grande economia di sempre se sei il Donald e rassicurare su un’economia “solida” se sei un ricco Davos Man, ma questo non guadagna l’insostenibile marciume economico e monetario su cui si basa tutto .

Alla fine della giornata, ciò che Donald sta cantando è semplicemente lo slancio residuo dell’economia indebolita, indebolita dalla crescita che ha ereditato, e ciò che i geni raccolti a Davos chiamano un’economia “forte” è in realtà un semplice simulacro di un vero boom economico: una finzione racchiusa in prezzi delle azioni e opzioni su azioni artificialmente e irrazionalmente in aumento

I fatti mostrano in realtà che lo standard di vita degli Stati Uniti è rimasto stagnante per due decenni, aumentando e diminuendo con il ciclo economico, ma guadagnando in media la grande somma di  

La verità è che ci stiamo dirigendo verso lo Strang-und-Drang dei turbolenti anni Venti, ma i presunti adulti nella stanza di Davos non ne hanno idea. Apparentemente pensano che la fantasia trentennale dell’America sull’economia del pranzo libero e la guerra partigiana sfrenata sia sostenibile indefinitamente.

Non è.

Se sei seduto su valori cartacei fantasmagorici del mercato azionario e non sudi proiettili sulle implicazioni del bilancio di $ 25 trilioni di dollari delle banche centrali, i $ 255 trilioni di miliardi di debito del mondo, il monumentale malinvestimento del Ponzi Rosso, la guerra di Donald al commercio, gli immigrati e il buonsenso fiscale , la guerra bipartisan al governo costituzionale in America, la pretesa dell’Impero di extraterritorialità globale e lo statista afferrano il potere in nome di una finta crisi climatica, quindi non prestate attenzione.

Ognuno di questi vettori di forza sta trascinando minacciosamente sulla via da percorrere. Ma i tumori maligni del debito in fuga e le bolle finanziarie fortemente gonfiate sono al centro.

Ecco un grafico dei guadagni netti degli Stati Uniti rispetto al reddito nazionale (PIL) dal 4 ° trimestre 2000, e parla da sé. Per dire:

• Il patrimonio netto dell’1% superiore (linea marrone) è salito da $ 11,8 trilioni a $ 34,5 trilioni o del  193% ;

• Il PIL nominale è passato da $ 10,5 trilioni a $ 21,5 trilioni o del  106% ; e,

• Il patrimonio netto del 50% inferiore è cresciuto da $ 1,4 trilioni a $ 1,7 trilioni o solo del  17% .

Inutile dire che, quando la ricchezza del top 1% (1,3 milioni di famiglie) sta crescendo a quasi il doppio del tasso del reddito nazionale e da  11X  più della metà inferiore delle famiglie (63,5 milioni), non c’è assolutamente nulla sostenibile su di esso.

In realtà, è la ragione per cui la vera minaccia di estinzione al confab di questa settimana in Svizzera non è quella di cui Greta sta sgridando i suoi anziani, ma dello stesso Davos Man.

E se non riescono a dire che Trump è il più grande ciarlatano economico che abbia mai onorato la carica di alto rango nella più grande economia del mondo, sicuramente meritano e meritano davvero il loro destino.

* * *

L’ex membro del Congresso David A. Stockman era il direttore OMB di Reagan, di cui ha scritto nel suo libro più venduto,  Il trionfo della politica . I suoi ultimi libri sono  The Great Deformation: The Corruption of Capitalism in America  e  Peak Trump: The Undrainable Swamp And The Fantasy Of MAGA . È l’editore e l’editore del nuovo Contra Corner di David Stockman. Era un partner originale del gruppo Blackstone e legge LRC la prima cosa ogni mattina.