Il regolatore maltese cerca la coalizione dell’industria per combattere il crimine finanziario

Internazionalinvedtment.net 24.1.20

La Malta Financial Services Authority (MFSA) sta cercando di posizionare meglio Malta nella guerra al crimine finanziario collaborando con aziende di tutti i settori dei servizi finanziari.

La scorsa settimana l’MFSA ha lanciato la sua iniziativa in occasione di una conferenza alla quale 300 rappresentanti del settore hanno preso parte a un seminario organizzato congiuntamente da MFSA e FTI Consulting.

Lo schema segue diverse organizzazioni internazionali, incluso il tesoro degli Stati Uniti , che hanno sollecitato le autorità maltesi a intensificare gli sforzi per combattere il crimine finanziario , incluso il crimine informatico. Lo scorso settembre l’UE ha affermato che Malta doveva fare di più per combattere il riciclaggio di denaro.

Sebbene l’MFSA sia innanzitutto un regolatore, deve anche svolgere il ruolo di partner del settore al fine di ridurre al minimo le opportunità per i criminali di utilizzare Malta come veicolo per attività illecite “.

E l’anno scorso l’  Autorità bancaria europea ha riscontrato “carenze generali e sistemiche” nel modo in cui Malta gestiva i problemi della criminalità finanziaria.

Marianne Scicluna, responsabile della supervisione dell’MFSA, ha dichiarato: “Sebbene l’MFSA sia prima di tutto un regolatore, deve anche svolgere il ruolo di partner del settore al fine di ridurre al minimo le opportunità per i criminali di utilizzare Malta come veicolo per attività illecite”.

Federica Taccogna, amministratore delegato senior di FTI Consulting, che ha anche parlato al panel, ha dichiarato: “Mentre è fondamentale che le imprese regolamentate continuino a investire in misure che impediscono l’abuso dei criminali, i regolatori devono anche sforzarsi di fornire la formazione necessaria attraverso tali seminari e seminari, affinché gli attori del settore possano rilevare attivamente attività dannose “.