HSBC pianifica il ritiro dalla Turchia dopo 30 anni: rapporti

internationalinvestment.net 30.1.20

HSBC pianifica il ritiro dalla Turchia dopo 30 anni: rapporti

Il colosso bancario globale HSBC sta valutando di ritirarsi dalla Turchia dopo 30 anni come parte di un più ampio programma di riduzione dei costi nei mercati sottoperformati, secondo quanto riferito stamattina.

Secondo Reuters , la banca britannica sta valutando di uscire dalla Turchia se è in grado di garantire un acquirente locale per le sue operazioni nel paese. La chiusura proposta farà parte della strategia provvisoria dell’amministratore delegato Noel Quinn di rifocalizzare la banca sui suoi redditizi mercati asiatici, in particolare la Cina. 

L’Associazione Banche della Turchia afferma che dal 2013 HSBC Turchia ha progressivamente ridotto le proprie operazioni, riducendo il numero di filiali da 315 filiali e 6.000 dipendenti nel 2013 a circa 80 filiali e 2.000 dipendenti a settembre 2019.

Nel 2015 la banca ha cercato e non è riuscito a garantire un acquirente per le sue attività in Turchia, e di conseguenza ha implementato ulteriori chiusure di filiali e ristrutturazioni.

Da allora la Turchia ha continuato a essere problematica per HSBC, con la volatilità valutaria nella lira turca e una serie di perdite sui prestiti all’interno della controllata. Nella crisi valutaria del 2018 la lira ha perso oltre il 30% del suo valore rispetto al dollaro.

Fonti hanno riferito a Reuters che HSBC stava anche rivedendo le sue operazioni in Armenia, Grecia e Oman, dove la banca sta affrontando una concorrenza altrettanto forte da parte dei rivali locali.

Nel frattempo, a Parigi,
se dovesse proseguire, l’uscita dalla Turchia segnerebbe una delle più grandi ritrattazioni per la banca negli ultimi anni. In Francia, HSBC ha anche iniziato la vendita delle sue operazioni al dettaglio. La banca sta valutando l’interesse dei finanziatori francesi tra cui BNP Paribas, Milleis Banque (formata dall’acquisizione delle operazioni francesi di Barclay nel 2015), Credit Agricole e Credit Mutuel.

Sebbene abbia sede a Londra, HSBC ha una lunga storia in Asia, e in particolare in Cina. L’anno scorso HSBC ha riferito che i suoi ricavi asiatici sono cresciuti dell’11% su base annua a $ 28,8 miliardi nel 2018. L’Asia rappresentava quasi il 49% delle entrate totali del gruppo mentre l’utile ante imposte di $ 17,8 miliardi in Asia rappresentava il 90% del capitale della banca utile ante imposte totale.

HSBC ha rifiutato di commentare i rapporti sulle sue operazioni turche.