Le tensioni aumentano tra i dirigenti del Credit Suisse

Mathilde Farine letemps.ch 1.2.20

Mentre il consiglio dovrebbe riunirsi la prossima settimana, secondo quanto riferito, è scoppiato un conflitto tra il CEO e il presidente Urs Rohner. Quest’ultimo preparerebbe un elenco di successori per il franco-ivoriano, riferisce Bloomberg. 

Ulteriori informazioni sull’immagine

Tidjane Thiam e Urs Rohner sono alle prese con la storia della filatura. 

© REUTERS

La prossima settimana sarà cruciale per Tidjane Thiam? È quello che ha detto Bloomberg venerdì sera. Secondo le informazioni dell’agenzia di stampa, il consiglio dovrebbe riunirsi dopo lo scoppio di un conflitto tra l’amministratore delegato e il presidente Urs Rohner. Si dice che quest’ultimo stia preparando un elenco di possibili successori per il franco-ivoriano sotto pressione dal momento che la storia della filatura è stata rivelata in autunno. Esiste già un piano di emergenza per sostituirlo a breve termine, ma nessun cambiamento è imminente, secondo un’altra fonte. 

L’ex capo della gestione patrimoniale, Iqbal Khan, ora con UBS, era stato seguito. Il braccio destro di Tidjane Thiam, Pierre-Olivier Bouée, aveva ordinato questa sorveglianza, poi si era dimesso quando apparve in pieno giorno. Il Credit Suisse ha sempre assicurato che il suo amministratore delegato e il suo presidente non erano stati informati, né di questa o di altre attività organizzate contro l’ex direttore delle risorse umane. Dichiarazioni che non sono davvero riuscite a convincere, anche se due indagini indipendenti lo hanno assicurato. 

Mentre secondo quanto riferito Urs Rohner è alla ricerca di un sostituto di Tidjane Thiam, quest’ultimo e i suoi alleati inizierebbero a spingerlo a dimettersi alla fine prevista del suo mandato nel 2021 e a chiedere al consiglio “un nuovo presidente” in grado di lavorare con il management “. Ciò è stato chiesto in particolare da David Herro, vicepresidente di Harris Associate, uno dei maggiori azionisti del Credit Suisse, aggiunge Bloomberg. Urs Rohner è presidente dal 2009. Harris Associate supporta Tidjane Thiam: “Non c’è motivo di cambiare un amministratore delegato di successo che non è stato coinvolto in alcuna infrazione”. Secondo  Tages-Anzeiger , Tidjane Lo stesso Thiam poteva decidere di gettare la spugna.

Alla fine di dicembre, la Finma ha annunciato la nomina di un investigatore indipendente in questo caso, che è iniziato da una disputa tra Tidjane Thiam e Iqbal Khan, che presumibilmente è scoppiata nel gennaio dello scorso anno. L’obiettivo? “Chiarire con la banca importanti questioni di governo societario in merito al diritto di vigilanza”. L’autorità ha già avvertito che l’inchiesta avrebbe richiesto diversi mesi. 

L’informazione “senza base fattuale”, ha reagito al Credit Suisse, che ha negato tutto l’articolo di Bloomberg.