Enorme calo degli utili di Julius Baer

Finews.ch 3.2.20

<img src=”/images/cache/66b207f711995983bcb1080289c9eadf_w500_h300_cp.jpg” alt=”” itemprop=”image”>

Julius Baer ha continuato a vincere i soldi dei clienti l’anno scorso. Ma i profitti della banca privata di Zurigo sono crollati, non solo a causa delle cancellazioni. Ora i costi vengono ridotti.

La banca privata Julius Baer ha realizzato un utile di 465 milioni di franchi nell’ultimo esercizio finanziario 2019, il che equivale a un enorme crollo. La banca attribuisce anche il declino all’ammortamento dell’avviamento e alle disposizioni legali, ha affermato un comunicato di lunedì.

Ciò ha comportato un calo del 37% dell’utile netto. Ma anche l’utile ante imposte è sceso del 6 percento a 917 milioni di franchi.

Costa troppo alta

La banca ha ridotto le spese per il personale nel 2019 e ha visto un calo del numero di dipendenti per la prima volta da molto tempo. Ma il loro rapporto costi-ricavi, il rapporto tra costi e utili, rimane al di sopra del 71 percento.

Julius Baer è riuscito a crescere: il patrimonio gestito è salito a 426 miliardi di franchi svizzeri, anche grazie allo sviluppo positivo del mercato. La raccolta netta è stata di 10,6 miliardi di franchi, rispetto ai 17,4 miliardi di franchi dell’anno precedente.

L’utile è stato principalmente influenzato da un accantonamento di 153 milioni di franchi in relazione a una causa intentata dall’Agenzia federale per gli scopi speciali relativa all’unificazione (BVS) – ciò riguarda la scomparsa dei fondi della RDT. L’ammortamento dell’avviamento di 99 milioni di franchi si riferisce al gestore patrimoniale italiano Kairos, che ha avuto un brutto anno con prelievi di cassa e uscite di gestione. Julius Baer vuole aggrapparsi a Cairos.

programma di austerità

Dati gli utili in calo in banca, Julius Baer ha ora risposto con un aggiustamento della strategia. D’ora in poi, l’attenzione non sarà più rivolta alla crescita di nuovi fondi, ma alla redditività. Entro il 2022, i costi dovrebbero diminuire di CHF 200 milioni, mentre i profitti aumenteranno del 10 percento annuo.