Nuovo test per il Credit Suisse Quali sono i principali azionisti dietro a Thiam?

Claudia Gnehm blick.ch 3.2.20

Nessuna alba in vista per i principali azionisti del Credit Suisse. Lo stock è affondato dall’inizio dell’anno. I casi di spionaggio lanciano più onde. Prima della resa dei conti nel consiglio di amministrazione di CS martedì, un importante azionista ha fatto una campagna per Tidjane Thiam.

È quasi una tradizione: prima di una riunione del consiglio di amministrazione del Credit Suisse, il vicepresidente del fondo Harris Associates, David Herro (58), ha lavorato duramente per il CEO di CS Tidjane Thiam (57). 
Il CEO Thiam dovrebbe rimanere, ha scritto il rappresentante del principale azionista CS in una e-mail che Bloomberg ha. 
Herro chiarisce prima della riunione del CS martedì che la posizione di Thiam è ancora una volta il problema principale.
Perché la calma non è tornata alla grande banca dopo l’oscura vicenda dell’ex capo della gestione patrimoniale Iqbal Khan (44) in autunno. 
A dicembre il “Neue Zürcher Zeitung” ha rivelato che anche l’ex 
responsabile del personale CS, Peter Goerke (58), è stato monitorato Come nel caso Khan, il Credit Suisse Thiam e il Presidente del Consiglio di amministrazione Urs Rohner (60) hanno emesso un Persilschein. 
Non avrebbero saputo nulla dello spionaggio .
Il maggiore azionista americano è stato sulla barca con Kataris e Saudis
Che nel frattempo, la 
vigilanza sul mercato finanziario, i ruoli dei corpi sotto il CS-governo prendere Lupe, Herro sembra da temere. 
Ha nuovamente sottolineato che non vede alcun motivo per cambiare un CEO di successo se non si può incolpare nulla. 
Harris Associates detiene direttamente e indirettamente l’8% delle azioni CS. 
Altri due importanti azionisti, il fondo sovrano del Qatar e una famiglia influente in Arabia Saudita, detengono entrambi circa il cinque percento delle azioni, sono stati a bordo con Harris. 
Ma quanto ancora?

Gli altri principali azionisti meno rumorosi sono la società di investimento Blackrock (4,2 percento) e la Norwegian Norges Bank (5 percento). 
Solo dall’inizio dell’anno, la loro partecipazione al CS ha perso valore del 6,8 per cento. 
Per fare un confronto: le azioni del concorrente UBS sono calate dell’1,8 percento solo dall’inizio dell’anno. 
L’interesse dei principali azionisti per la fine di sempre nuovi titoli di spionaggio sarà probabilmente grande.
Finora, il campo di Thiam è stato in grado di respingere tutti gli attacchi, solo il confidente di lunga data e il capo dello staff Pierre-Olivier Bouée (48) hanno dovuto saltare oltre la lama. 
Thiam ha recentemente iniziato a utilizzare Instagram per difendersi.