HSBC per eliminare i dirigenti senior nella strategia di shake-up

.internationalinvestment.net 6.2.20

HSBC per eliminare i dirigenti senior nella strategia di shake-up

La HSBC è pronta a svelare una revisione della strategia che vedrà un nuovo ciclo di tagli al lavoro rivolti ai senior manager e ridurrà la sua presenza in alcuni mercati più piccoli, ha riferito Reuters.

Si prevede che la serie di tagli ai posti di lavoro influirà su “un gran numero di ruoli manageriali globali in tutte le unità aziendali”, in particolare a Londra, sebbene l’Asia non venga risparmiata, ha riferito l’ agenzia di stampa , rilevando che la regione contribuisce al 90% della banca profitti. Non è chiaro esattamente quanti lavori verranno tagliati.

“Più che una riduzione dei costi, l’idea è di rendere la struttura in alto un po ‘più snella e dare più potere decisionale ai manager regionali che sono più vicini ai clienti”, ha affermato una delle fonti di Reuters.Più che una riduzione dei costi, l’idea è di rendere la struttura in alto un po ‘più snella e dare più potere decisionale ai manager regionali che sono più vicini ai clienti “

Ha anche affermato che nell’ambito della ristrutturazione, la banca rivedrà la sua presenza in Sud America, che attualmente contribuisce solo al 3% dei suoi profitti al lordo delle imposte.

La ristrutturazione è un tentativo di aumentare la redditività della banca tra rallentamento della crescita economica, uno scoppio del coronavirus, il ritiro della Gran Bretagna dall’Eu e tassi di interesse più bassi.

Le modifiche dovrebbero far parte di un aggiornamento della strategia che verrà presentato il CEO esecutivo temporaneo del prestatore Noel Quinn il 18 febbraio.

HSBC ha anche deciso di non nominare un amministratore delegato permanente quando svela questa revisione strategica, in una mossa che rischia di minare la fiducia degli investitori nel piano di rimodellare il finanziatore in modo drammatico.

Mark Tucker, presidente di HSBC, ha affermato che la ricerca per sostituire John Flint, che è stato espulso come amministratore delegato nell’agosto dello scorso anno, richiederebbe da sei a 12 mesi. Ma tre dei primi 20 investitori hanno dichiarato di aspettarsi che Quinn o un candidato esterno vengano nominati amministratore delegato permanente prima che la nuova strategia fosse svelata.

“Questo è uno degli ultimi scatti che hanno su base generazionale per riorganizzarsi”, ha detto a Bloomberg Joseph Dickerson di Jefferies International. L’analista vuole vedere un attacco ai costi “che sono intrappolati dall’amministrazione di una serie di attività su scala ridotta”.