Gli olandesi lavorano da casa più di ogni europeo

zerohedge.com 8.2.20

Eurostat ha diffuso alcuni  nuovi dati interessanti che  mostrano la percentuale di europei che fanno regolarmente l’  home office .

Nel 2018, il 5,2% delle persone di età compresa tra 15 e 64 anni lavorava regolarmente da casa in  tutta l’UE e, come osserva Niall McCarthy di Statista , tale percentuale è rimasta relativamente costante a circa il 5% negli ultimi 10 anni.

I Paesi Bassi hanno la più alta percentuale di lavoratori che affermano di lavorare normalmente da casa al 14 percento, seguiti da vicino dalla Finlandia con il 13,3 percento.

I tassi di home office sono molto più bassi in alcune parti dell’Europa orientale ed è praticamente sconosciuto in Romania e Bulgaria, dove i tassi sono rispettivamente solo dello 0,3 per cento e dello 0,4 per cento. Questa infografica mostra la situazione in tutto il continente e include anche le tariffe nei paesi SEE: Islanda, Svizzera e Norvegia. Eurostat afferma che le persone anziane tendono a lavorare da casa più spesso rispetto ai giovani.

Nel 2018, l’ 1,8% delle persone di età compresa tra 15 e 24 anni ha lavorato da casa nei paesi dell’UE rispetto al 5% delle persone di età compresa tra 25 e 49 anni e il 6,4% delle persone di età compresa tra 50 e 64 anni.