Credit Suisse: capitale, alzati

0602722807630_web_tete.jpg

Doppio (Credit Suisse) (null)Di Les Echos.fr Pubblicato il 9 febbraio 2020 alle 14:48 Aggiornato il 9 febbraio 2020 alle 15:23

Il Credit Suisse dovrà gestire senza la statura di Tidjane Thiam.Il Credit Suisse dovrà gestire senza la statura di Tidjane Thiam.

Per una storia di spionaggio, con sede a Zurigo e rilassante fino alla fine, il film franco-svizzero di Yves Boisset “Espion lève-toi” è meglio dell’intrigo delle filature del Credit Suisse. Perché la banca con due vele che temevano una sequenza “Liquidazione dei conti presso OK Corral” è stata in grado di recuperare (-5% in apertura + 0,2% in chiusura). L’amministratore delegato Tidjane Thiam si dimette a testa alta, il consiglio di amministrazione accoglie con favore il suo record e il presidente Urs Rohner insiste per ripristinare la fiducia in Svizzera . Le apparenze vengono salvate. E le indagini delle autorità svizzere hanno complicato la situazione. Il suo successore di Zurigo Thomas Gottstein bisogna tuttavia fare attenzione a non diffamare inutilmente l’eredità. Nonostante la distruzione del valore del mercato azionario dalla metà del 2015 e la serie di partenze ai vertici dal 2019, il boss franco-ivoriano è riuscito in un grande “derisking” delle attività di mercato. Ha rimesso in sella la gestione patrimoniale indebolita dalle controversie sull’evasione fiscale. Senza la sua carriera di assicuratore in Città (Aviva, Prudential), sarebbe stato molto più difficile raccogliere 10 miliardi di franchi di capitale, nel 2015 e nel 2017, quasi un terzo dell’attuale capitalizzazione di mercato. È riuscito a fare meglio del rivale Deutsche Bank . Comprendiamo che il grande azionista Harris Associates non ha risparmiato il suo sostegno, soprattutto perché il rating del colosso tedesco è appena salito all’entrata di Capital Group.

NOTA
Le azioni del Credit Suisse sono negoziate a circa 0,7 volte il patrimonio netto rispetto a circa 0,4 volte per Deutsche Bank. 
La seconda banca svizzera non ha ancora pubblicato i suoi risultati annuali, a differenza della prima banca tedesca. 
Il suo prezzo ha perso il 2,25% dalla fine del 2019, mentre quello del suo concorrente ha guadagnato il 37,8%.