Mediaset perde il supporto chiave con l'hedge fund stringendo

  • E.UTRERA

11 FEB. 2020 – expansion.com

Assemblea degli azionisti FOTO di Mediaset. ESPANSIONE DI RAFA MARTIN

Lo stock scende finora del 12% quest’anno ai livelli più bassi dal 2013.

Mediaset Spagna ha nuovamente perso il supporto chiave di 5 euro per azione. La settimana scorsa ha rinunciato per tre sessioni, poco prima che l’assemblea straordinaria degli azionisti approvasse le modifiche dello statuto di Media For Europe (MFE), necessarie per gestire la fusione con la società madre.

L’accordo, che dovrebbe consentire di revocare la sospensione precauzionale dell’operazione, ha consentito al prezzo di recuperare il livello di 5 euro lo scorso mercoledì. Ma è stata una reazione effimera, catturata con spille in attesa della confusione legale che l’opposizione di Videndi all’integrazione di Mediaset Spagna e Mediaset Italia e la creazione di un nuovo hölding con sede nei Paesi Bassi per risolvere.

In attesa della risoluzione finale del caso, il prezzo di Mediaset Spagna offre chiari segni di debolezza. La seconda sessione della settimana si è conclusa con un calo del 2% a 4,98 euro e la caduta è già vicina al 12% quest’anno.

Pertanto, l’azione è stata ai livelli più bassi dal 2013 in attesa della pubblicazione dei risultati del 2019, che sarà annunciata il 26 febbraio. Appena due settimane dopo la nomina, gli “hedge fund” si stanno posizionando aumentando la pressione sulla società.

Dall’incontro straordinario, due fondi ribassisti si sono trasferiti a Mediaset. Il primo è stato Adelphi Capital, che ha aumentato la sua posizione corta dall’1,10% all’1,22%. È la sua più grande scommessa su Mediaset, dove è atterrato alla fine del 2017. Da allora non ha smesso di aumentare la sua posizione corta e accumulare plusvalenze a causa del crollo del prezzo.

Inoltre, Citadel Advisors ha aumentato il suo “short” dallo 0,47% allo 0,50%. Un altro fondo di questa “copertura”, Citadel Europe, ha lo 0,59% della capitale di Mediaset. Solo tra i tre bassisti più potenti della catena Fuencarral, aggiungono il 2,31% della partecipazione di Mediaset. Un pacchetto del valore di mercato di circa 40 milioni di euro.

Pertanto, la “copertura” punta perché la debolezza di Mediaset persisterà. Gli analisti inoltre, che solo finora quest’anno hanno ridotto il loro prezzo target medio da 6,17 a 5,93 euro. Al massimo, il valore tornerebbe a 12 mesi visto fino ai livelli di novembre dell’anno scorso.