Daimler entra in crisi a tempo di record e diventa un caso di ristrutturazione

Michael Rasch, Francoforte mezz.ch 11.2.20

Da quando il CEO Ola Källenius è entrato in carica, Daimler ha già pubblicato tre “avvertimenti sui profitti”. Il gruppo è alle prese con un affare diesel e altri problemi. Ora Källenius deve rinnovare la compagnia con la stella.   

Daimler è alle prese con una serie di problemi fatti in casa; inoltre c’è un brutto ambiente per l’intera industria automobilistica globale.

Thomas Niedermueller / G

Il marchio Mercedes-Benz ha nuovamente stabilito un record di vendite nel 2019 con circa 2,39 milioni di veicoli venduti. Ma la gloria di Daimler è già finita. Dopo il passaggio al vertice del gruppo dal popolare Dieter Zetsche allo svedese Ola Källenius nel maggio dello scorso anno, il gruppo con sede a Stoccarda ha già emesso tre avvertimenti sul calo dei profitti. A tempo di record, il produttore di veicoli, furgoni, camion e autobus premium è incappato in una vera crisi. Questo non è colpa del nuovo CEO, Källenius, ma ha sicuramente la sua parte, dal momento che è nel consiglio di amministrazione della società dal 2015. Il suo compito ora è enorme, perché Daimler è attualmente in fase di ristrutturazione e lo svedese deve rendere l’azienda adatta al futuro dell’elettromobile.