Le banche di Hong Kong offrono supporto di liquidità nel contesto dell’epidemia di coronavirus

internationalinvestment.net 13.2.20

Standard Chartered consentirà ai mutuatari e alle piccole imprese che si trovano ad affrontare oneri finanziari di pagare solo gli interessi sui loro prestiti per un massimo di un anno, in quanto è diventato l’ultimo prestatore a delineare i suoi piani per offrire soccorso alle società di Hong Kong colpite dall’epidemia di coronavirus.

La mossa fa seguito a un annuncio di HSBC che avrebbe fornito oltre 30 miliardi di dollari (3,9 miliardi di dollari) in aiuti alla liquidità per le imprese. Ciò include HK $ 10 milioni di sostegno al flusso di cassa per i suoi clienti di finanza commerciale e una moratoria sui pagamenti principali per i prestiti commerciali garantiti contro la proprietà.

StanChart offre ferie di pagamento capitale ipotecario di sei mesi, copertura aggiuntiva per piani di assicurazione sulla vita, una rinuncia di tre mesi alle commissioni di addebito tardivo su carta di credito, nonché un pacchetto di misure progettate per aiutare le piccole e medie imprese.

Poiché le banche svolgono un ruolo importante a Hong Kong, Standard Chartered sta lanciando una serie di misure di soccorso per aiutare a ridurre l’onere finanziario per i nostri clienti in questi tempi difficili ”

“Hong Kong sta affrontando sfide senza precedenti tra lo scoppio del nuovo coronavirus e un’economia in rallentamento”, ha dichiarato la banca in un comunicato. “Poiché le banche svolgono un ruolo importante a Hong Kong, Standard Chartered Bank (Hong Kong) Limited sta lanciando una serie di misure di soccorso per aiutare a ridurre l’onere finanziario per i nostri clienti in questi tempi difficili”.

Tra le misure annunciate per aiutare le PMI vi sono una moratoria dei pagamenti di prestiti fino a 12 mesi, una sovvenzione del 50% per tutti i tenori sulla commissione di garanzia nell’ambito del sistema di garanzia di finanziamento per le PMI e altre esenzioni dalle commissioni.

Domenica scorsa HSBC ha annunciato che avrebbe esteso ulteriori $ 30 miliardi di HK $ ($ 3,9 miliardi) di aiuti di liquidità per aiutare le aziende colpite dal coronavirus a combattere e sta valutando iniziative a beneficio dei clienti personali.

Offre supporto al flusso di cassa per i clienti della finanza commerciale, con una struttura di cassa rapida fino a HK $ 10 milioni; flessibilità di rimborso con una proroga del periodo di pagamento del prestito di importazione per 30 giorni; e l’estensione della moratoria principale ai prestiti di taxi e di autobus pubblici e prestiti commerciali garantiti da proprietà.

L’amministratore delegato di HSBC a Hong Kong Diana Cesar ha dichiarato che le circostanze erano “senza precedenti” e che la banca avrebbe introdotto ulteriori misure per i clienti personali. 

Il colpo all’economia di Hong Kong da parte del coronavirus segue la devastazione provocata dalle proteste politiche dell’anno scorso sulle industrie al dettaglio e turistiche dell’hub finanziario asiatico. 

Dalla scorsa settimana, Bank of China (Hong Kong), Bank of East Asia. China Citic Bank International, HSBC e la sua consociata Hang Seng Bank, ICBC Asia, il braccio di Hong Kong della più grande banca cinese industriale e commerciale della Cina e Standard Chartered hanno tutti detto che avrebbero adottato misure per aiutare i consumatori e i proprietari di piccole imprese.

L’autorità monetaria di Hong Kong, la banca centrale di fatto della città, ha incoraggiato altre banche a mettere in atto misure simili.