Ora le banconote devono essere messe in quarantena in Cina

Matthias Müller, Pechino nzz.ch 16.2.20

Sempre più cinesi usano il proprio smartphone come mezzo di pagamento. La crisi del virus corona accelererà questo processo. Il virus è anche una minaccia per i contanti cinesi.

La Cina sta ancora una volta intensificando la lotta contro il nuovo virus corona. Indipendentemente da dove si trovavano in precedenza, i rimpatriati devono prima andare in quarantena privata per due settimane dopo l’arrivo a Pechino. E anche la Banca popolare cinese (PBoC) sta prendendo misure drastiche. Il loro vice governatore, Fan Yifei, ha dichiarato durante una conferenza stampa di fine settimana a Pechino che la salute dei cinesi che usano denaro contante deve essere protetta. La banca centrale cinese ha quindi chiesto alle istituzioni finanziarie di disinfettare le banconote usando le radiazioni ultraviolette. I contanti dovrebbero quindi essere conservati per più di quattordici giorni prima di essere nuovamente emessi. Non ci sono inoltre trasportatori di denaro tra quelle province che sono particolarmente colpite dal virus corona.

Ci sono anche resoconti dei media che la filiale del PBoC nella provincia cinese meridionale del Guangdong distrugge immediatamente tutto il denaro che le banche commerciali hanno ricevuto da autobus, mercati della carne e ospedali. La procedura del PBoC non è actionistica, perché rimane una delle grandi incognite: per quanto tempo sopravviverà il nuovo Coronavirus 2019-nCoV sulle superfici? Solo una cosa è certa al momento, gli scienziati di Bochum e Greifswald scrivono in uno studio: Come tutte le infezioni da goccioline , il virus si diffonde attraverso le mani e le superfici che vengono toccate frequentemente – e quindi anche sulla carta.

Cassieri con guanti in lattice

Non sono ancora disponibili dati per il nuovo virus. Per questo motivo, gli scienziati hanno riassunto 22 studi pubblicati su altri virus corona. Secondo lo studio pubblicato sul “Journal of Hospital Infection” , coronavirus comparabili come l’agente patogeno di Sars possono sopravvivere fino a nove giorni su superfici come metallo o plastica e fino a cinque giorni su carta.

In questo supermercato di Wuhan puoi pagare alla macchina senza dover prendere in contanti denaro che potrebbe contenere virus corona. 

AP

Nei supermercati cinesi puoi vedere cassieri che indossano guanti in lattice. E i clienti utilizzano sempre più spesso le offerte dei rivenditori per pagare senza contatto. Scansionate il codice QR sui prodotti – “QR” sta per “Quick Response” – e infine saldate la fattura con il vostro smartphone. In questo modo eviti di avvicinarti troppo allo staff e non devi prendere denaro in mano. Chi lo fa dovrebbe disinfettarsi le mani dopo. Ciò è garantito anche in alcuni supermercati. All’ingresso ci sono distributori con tali detergenti.

C’è una regola empirica in Cina quando si paga. Più giovani sono i cinesi, maggiore è la probabilità che difficilmente avranno contanti nei loro portafogli perché usano lo smartphone come mezzo di pagamento. Le persone anziane, d’altro canto, pagano ancora di più presso i registratori di cassa con banconote. Il problema, tuttavia, è che le generazioni più anziane, a causa di un sistema immunitario più debole, corrono un rischio maggiore rispetto alle generazioni più giovani se sono infettate dal nuovo virus corona, ad esempio toccando denaro.

La crisi in Cina innescata dal nuovo virus corona probabilmente accelererà ulteriormente un processo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi: il paese asiatico si svilupperà in una società senza contanti a un ritmo ancora più rapido. Per quanto riguarda la crisi del coronavirus, molte persone possono rendersi conto di essere a rischio se tengono in mano denaro contante.

La Cina si avvicina al miliardo

Numero di utenti Internet in Cina, in milioni

2005

2019

0

200

400

600

800

1000

Cifre 2019 da fine giugno

Fonte: Statista / Xinhua

NZZ / Mue.

La base di questa inarrestabile tendenza è formata dagli oltre 850 milioni di cinesi che usano Internet. Contrariamente al mondo occidentale, la Cina ha saltato l’era dei computer. I cinesi vanno su Internet in viaggio con il loro smartphone o tablet invece di sedersi davanti al PC. Allo stesso tempo, i due gruppi Internet Alibaba e Tencent hanno sviluppato due sistemi, Alipay e Wechat Pay, che hanno rivoluzionato il pagamento. I cinesi che sono aperti a nuovi sviluppi sono fin troppo felici di accettare l’offerta.

Inarrestabili sistemi di pagamento mobili

Le statistiche sono impressionanti. Secondo il China Internet Network Information Center, 633 milioni di cinesi hanno utilizzato il sistema di pagamento online alla fine di giugno dello scorso anno; rispetto a dicembre 2018, con un incremento di 33 milioni di utenti. E l’istituto di ricerche di mercato Emarketer stima che quasi due persone su tre che pagano con i loro smartphone in tutto il mondo vivono in Cina.

Alipay e Wechat Pay dominano il mercato

Quota di mercato dei fornitori di servizi di pagamento mobile in Cina dopo le transazioni nel 2018 in%

0

10

20

30

40

50

Alipay

Wechat Pay

1Qianbao

Sonstige

Fonte: iResearch

NZZ / Mue.

Nel 2013, i pagamenti mobili in Cina non hanno giocato quasi alcun ruolo. Quindi la marcia trionfale dello smartphone come mezzo di pagamento era inarrestabile. Nel 2018, le transazioni per un valore di 277.000 miliardi di yuan , che corrispondono a circa 39.000 miliardi di franchi svizzeri, erano già state pagate in movimento. Alipay e Wechat Pay dominano il mercato cinese con una quota superiore al 90 percento in base alle transazioni elaborate.