2008 Lehman, 2020 Corona

Insideparadeplatz.ch 24.2.20

Il nuovo virus attacca Globus: non un cigno nero, ma un intero sciame. L’economia globale in una frenesia.

Il virus ha ingannato tutti. È stato confrontato con l’onda influenzale e quindi sottovalutato per settimane. Ora colpisce – da un’imboscata.

È nuovo Gli umani non hanno ancora l’immunità. È molto contagioso, anche durante il periodo di incubazione quando non sono visibili sintomi.

Si diffonde anche attraverso gli aerosol , non solo l’infezione da goccioline ( Xinhua). Il periodo di incubazione può essere molto lungo, fino a 27 giorni ( Reuters ).

Il virus è talvolta “nascosto”: le persone risultano negative e solo successivamente positive ( The Guardian ).

Quasi il 20% dei pazienti soffre di polmonite, mancanza di respiro e, nella peggiore delle ipotesi, shock settico e / o insufficienza multipla di organi ( OMS ).

Tutte queste persone gravemente malate hanno bisogno di ventilazione e in realtà hanno bisogno di un letto nell’unità di terapia intensiva.

In breve: non è influenza.

E i casi colpiti, che “ufficialmente” vediamo, hanno un periodo oscuro. Ci sono molte più persone infette di quelle diagnosticate.

Di conseguenza, i numeri possono aumentare “all’improvviso”, come è accaduto nel fine settimana in Corea del Sud, Italia e Iran.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Aumento esponenziale in Corea del Sud, Italia e Iran (Fonte: @ jodigraphics15 )

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,
Aumento esponenziale in Corea del Sud, Italia e Iran (Fonte: @ jodigraphics15 )

Ma questo non dovrebbe davvero sorprendere nessuno, perché chiunque abbia monitorato i dati delle ultime settimane in Cina era a conoscenza del pericolo del virus.

Un mese fa, giovedì 23 gennaio 2020, Wuhan e altre quattro città nella provincia cinese di Hubei con un totale di 50 milioni di persone – sei volte la Svizzera – sono state messe in quarantena durante la notte.

In questo giorno, è stato riferito che 444 persone erano risultate positive al romanzo coronavirus, di cui 17 pazienti erano già morti.

Autostrade bloccate, a nessuno era permesso di uscire di casa, ad eccezione degli elementi essenziali nudi. Trasporto pubblico: stand. Aziende: chiuso.

Non c’è mai stato niente di simile al mondo. La reazione sembrava estrema. Troppo cauto ed esagerato. Con numeri così bassi?

Oggi vediamo che, nonostante queste misure drastiche, la situazione si è trasformata in un incubo.

Ora ci sono 64.084 casi diagnosticati nella provincia di Hubei. 144 volte in più rispetto all’inizio della quarantena di massa.

Va notato che le capacità di prova sono un fattore limitante. Allo stesso modo, le persone infette con sintomi lievi non segnalano e molti sono bloccati nelle loro case.

Ciò significa che il numero reale di persone infette è ancora più elevato.

2.346 persone sono già morte. 15.299 casi sono stati riportati per essere recuperati nella provincia.

Allo stesso tempo, 8.853 sono gravi e 1.845 sono critici. Molti di quelli già infetti potrebbero morire. Ciò che era 17 un mese fa è ora in migliaia.

Non vuoi assolutamente immaginare la situazione negli ospedali. La città di 9 milioni di Wuhan, dove è scoppiato il virus, ha attualmente fornito oltre 13.000 posti letto in ospedale per le persone infette.

Ora è stato annunciato che ulteriori 19 nuovi ospedali (!) Saranno costruiti in città per fornire altri 30.000 posti letto.

Dove sarebbero i numeri se la provincia di Hubei non fosse stata in quarantena per un mese?

Dove saranno i numeri in Italia, Corea del Sud e Iran tra un mese?

In che modo i paesi europei saranno in grado di rispondere a tali epidemie esponenziali? E la svizzera?

I governi interessati non hanno scelta. Devi prendere misure drastiche perché non fare nulla difficilmente sarebbe accettato e agire senza mezzi termini non funziona.

È iniziato in Europa durante il fine settimana.

I treni dall’Austria all’Italia furono fermati, gli ultimi giorni del Carnevale a Venezia furono cancellati, le città del nord Italia furono isolate. È richiesta la chiusura dei confini nell’UE (attualmente ancora dalle parti frontaliere).

Le Olimpiadi estive di Tokyo potranno svolgersi a luglio 2020? L’Oktoberfest a Monaco di Baviera?

Ogni minuto ci sono nuovi messaggi sul ticker. Difficilmente riesci a tenere il passo.

Non è neanche importante. È meglio osservare la situazione a volo d’uccello.

Prima di tutto, le condizioni al contorno. Secondo uno studio dell’ottobre 2019 , nessun paese al mondo è sufficientemente preparato per un’epidemia o una pandemia.

Allo stesso tempo, l’economia globale è alla fine di un ciclo di crescita. Non c’è stata recessione dal 2009. Principalmente a causa dell’intervento a lungo termine ed estremo della banca centrale.

E ora il virus sta arrivando. In ogni momento

Da un punto di vista economico, ciò è aggravato dal fatto che il nostro sistema finanziario ha recentemente avuto un infarto (il 16 settembre 2019) e da allora è rimasto sospeso sul gocciolamento del pronti contro termine .

Come può un paziente così maltrattato sopravvivere a un nuovo virus se si trova già nel reparto di terapia intensiva ed è ventilato?

Difficilmente andrà bene. Alcuni fatti attuali che supportano questo. Molti altri possono essere trovati:

Dopo una crescita negativa nel quarto trimestre del 2019 di meno il 6,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il Giappone ora sta attraversando una recessione (anche se il primo trimestre del 2020 diventa negativo, che può essere considerato sicuro);

Le vendite di auto in Cina nelle prime due settimane di febbraio meno il 92% (!)Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso;

300.000 container in meno alla settimana stanno attualmente rallentando le catene di approvvigionamento , anche se l’epidemia può essere rapidamente controllata;

c’è un drastico crollo del turismo in tutto il mondo (la Francia registra attualmente dal 30 al 40% in meno di ospiti del previsto ), in particolare è prevedibile un forte crollo delle crociere con i successivi fallimenti;

Licenziamenti di massa a causa della mancanza di liquidità in Asia, ma anche in tutto il mondo (le medie imprese cinesi prevedono attualmente licenziamenti del 30% );

I ristoranti, i cinema o gli organizzatori culturali finiranno i fondi liquidi se a breve termine arrivano meno clienti o se restano lontani come in Cina ;

l’ offerta globale di antibiotici e altri farmaci è a rischio ;

i mercati del petrolio e del gas, in particolare i mercati del gas di petrolio liquefatto, soffrono molto (le società statali cinesi avevano già invocato clausole di “forza maggiore” nei loro contratti di gas di petrolio liquefatto ).

È già chiaro che da sinistra a destra, numeri e budget per almeno i primi due trimestri devono essere marcatamente rivisti al ribasso.

Meno vendite significano anche meno contanti nella cassa, il che porta inevitabilmente a fallimenti.

E la nostra opinione sulla globalizzazione cambierà, e questo in modo sostenibile. C’è anche un’ondata di deglobalizzazione e nuove barriere commerciali , secondo un articolo del FT Weekend.

All’improvviso vediamo quanto siamo estremamente dipendenti dall’Asia. Locale contro internazionale assume un significato completamente nuovo dal punto di vista di una pandemia precedentemente inimmaginabile.

Qui non vediamo un cigno nero, ma dozzine.

O per tornare al confronto con il paziente nell’unità di terapia intensiva: l’economia mondiale è già ventilata, piena di farmaci ed è collegata alla macchina di supporto della vita – e ora c’è un fallimento di più organi.

Proprio come Lehman è visto a posteriori come il simbolo della crisi finanziaria del 2008, il nuovo tipo di virus corona è il simbolo dell’attuale incidente.

Il fatto che i mercati azionari abbiano reagito a malapena non significa che l’incidente non si stia già verificando. Devi solo guardare i tesori degli Stati Uniti o l’oro di lunga data.

Queste risorse inviano un segnale chiaro: rischio fuori! Per la Svizzera questo significa, tra l’altro: il franco svizzero diventerà ancora più forte (cosa sta facendo la Banca nazionale?) La situazione dei tassi di interesse negativi è inizialmente aggravata dal volo verso “paradisi sicuri”.

Inoltre, le interruzioni nelle catene di approvvigionamento interesseranno anche le società svizzere.

L’industria dei beni di lusso e il turismo saranno colpiti duramente, non solo a causa del franco svizzero, ma principalmente a causa di un calo della domanda da parte di clienti e ospiti cinesi e asiatici.

Economicamente, è importante prepararsi per uno scenario negativo. Le banche centrali proveranno ad agire di nuovo come salvatori, ma questa volta probabilmente non sarà molto utile.

Un crollo simultaneo della domanda e dell’offerta, a volte in settori e aree e paesi completamente diversi, così come la mancanza di liquidità nelle piccole e medie imprese in Cina e nel mondo difficilmente può essere evitato aprendo le porte del denaro, bassi tassi di interesse o l’acquisto di titoli di debito o azioni guarire.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,
Nessun problema al mondo che non può essere risolto con la stampa di denaro? (Fonte: Reuters )

Le banche svizzere sono preparate per questo sciame di cigni neri? Sono abbastanza stabili?

E per tornare di nuovo alle persone e allo scoppio: siamo pronti a far apparire il virus da questa parte del confine?

Secondo il BAG , siamo: “In Svizzera, il nuovo virus corona non è stato ancora rilevato in nessuno dei campioni esaminati.

“Ma è possibile che si verifichino casi anche in Svizzera. Il governo federale, i cantoni e l’assistenza sanitaria sono preparati per la diffusione del nuovo virus corona in Svizzera.

“Non ci sono restrizioni per l’ingresso in Svizzera a causa dell’attuale valutazione della situazione”.

Questa valutazione si basa probabilmente anche sulla valutazione ufficiale dell’OMS, che non ha ancora imposto alcuna restrizione di viaggio e non ha ancora dichiarato ufficialmente l’epidemia una pandemia, sebbene esperti indipendenti ritengano che dovrebbe ora.

IIl comportamento dell’OMS non corrisponde più alle notizie dello scorso fine settimana. Chi preferisce proteggere il sistema economico mondiale e le banche piuttosto che prendersi cura delle persone?