Ermotti voleva un altro successore alla UBS

blick.ch 24.2.20

Il presidente del consiglio di amministrazione, Axel Weber, ha prevalso nel ricoprire la posizione di CEO presso la grande banca UBS. Sergio Ermotti aveva un altro favorito della corona.

A novembre, l’olandese Ralph Hamers (54) succede a Sergio Ermotti (59) presso la UBS. Questo dovrebbe worm il Ticino. Perché Ermotti aveva un piano diverso, come scrive “SonntagsZeitung”. Il suo candidato preferito per il top office era Tom Naratil (59), come si può sentire dall’interno della banca. Tuttavia, prevalse Axel Weber (62), presidente del consiglio di amministrazione, che fece una campagna per Hamers.

Naratil, un veterano di UBS, ha ricoperto numerosi incarichi presso la grande banca. Era direttore finanziario e responsabile della sala macchine della grande banca. Una volta era a capo della gestione patrimoniale negli Stati Uniti ed è attualmente condirettore della gestione patrimoniale globale – insieme a Iqbal Khan (43), che è entrato in UBS in ottobre. Per il 59enne americano, sarebbe stato il culmine della sua carriera.

Khan perde il suo più grande sponsor

Una scelta di Naratil sarebbe stata un vantaggio per Ermotti. In quanto confidente di Naratil, sarebbe stato più facile per lui passare al Consiglio di amministrazione di UBS. Questo progetto è ormai alle stelle: Ermotti dovrebbe essere una delle diverse opzioni per il successore di Axel Weber quando lascia il suo ufficio nel 2022.

Potrebbe anche essere scomodo per Iqbal Khan sotto Ralph Hamers. Con Sergio Ermotti, perde il suo più grande sponsor. Fu il Ticino a portare Khan su UBS. Resta da vedere se può sperare nel sostegno degli olandesi.

Ritirare la notifica di coercizione

Khan è caduto in disgrazia con Axel Weber, come scrive “SonntagsZeitung”. A Weber sarebbe piaciuto se Khan avesse ritirato il suo rapporto dopo la vicenda oscura – e così si era allontanato dal focus dei media.

La banca non ha voluto commentare la SZ. Un portavoce di BLICK afferma: «L’articolo è pieno di affermazioni fuorvianti e false. Ci sono troppi su cui commentare. UBS e il suo Presidente del Consiglio di amministrazione sono pienamente dietro Iqbal Khan. Come è stato sottolineato più volte, la strategia di UBS è in atto e non deve essere modificata. » (Pfu)