Di fronte all’epidemia, il Motor Show di Ginevra viene cancellato e tutte le manifestazioni di oltre 1000 persone in Svizzera

Letemps.ch 28.2.20

Il Consiglio federale ha deciso venerdì di vietare, almeno fino al 15 marzo, qualsiasi evento pubblico o privato che riunisca più di 1000 persone. Una misura che comporta in particolare la cancellazione del Motor Show di Ginevra. Alcune competizioni sportive potrebbero essere posticipate, a Payerne

Alain Berset in una conferenza stampa venerdì 28 febbraio. – © ALESSANDRO DELLA VALLE / Keystone

Le informazioni principali

Il Consiglio federale vieta tutte le manifestazioni di oltre 1000 persone. Il Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra non si aprirà il 5 marzo, Le Temps ha appreso poco prima dell’annuncio del governo.

Il numero di contagi sta diminuendo in Cina mentre le misure restrittive continuano in tutto il mondo. Sono stati segnalati nuovi casi in Nuova Zelanda, Paesi Bassi e Nigeria.

■ È stata attivata la linea di informazioni di Ginevra dedicata a COVID-19

Questo venerdì, 28 febbraio 2020, a mezzogiorno, lo Stato di Ginevra sta creando una linea di informazioni gratuite per rispondere alle domande di Genevans sulla malattia COVID-19. Questa hotline consente di informare la popolazione e di indirizzarla, se necessario, alle istituzioni sanitarie cantonali.

■ Il mercato azionario svizzero è preoccupato  

I mercati sono preoccupati. Venerdì alle 11:00, lo SMI, il principale indice del mercato azionario svizzero, aveva perso il 3,76%. Il giorno prima, aveva chiuso al -3,08% e si sta muovendo nella stessa direzione degli altri principali centri finanziari del mondo.

In Asia, i mercati azionari hanno seguito il calo registrato il giorno precedente negli Stati Uniti. In attesa dell’apertura del Dow Jones e del Nasdaq, i mercati azionari europei sono in rosso brillante venerdì mattina, con l’Eurostoxx che ha prodotto quasi il 5%. Ram Etwareea 


■ Il Consiglio federale vieta le manifestazioni di oltre 1.000 persone 

I Cantoni devono applicare queste misure e sono liberi di adottare misure supplementari. Il divieto è previsto fino al 15 marzo e “può essere esteso in qualsiasi momento a seconda della situazione”, ha assicurato Alain Berset. 

Il Consiglio federale è consapevole che il divieto di eventi su larga scala avrà conseguenze importanti per la vita pubblica e gli organizzatori. Ma la misura è stata dimostrata all’estero e corrisponde alle raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha affermato Alain Berset.

Concorsi sportivi, sfilate di carnevali o fiere come quella dell’auto a Ginevra. Questi sono eventi in cui le persone restano in contatto per lungo tempo in un’area limitata.

Grandi aziende – Le aziende con molti dipendenti non sono interessate perché i dipendenti si muovono liberamente e possono seguire le raccomandazioni igieniche, ha affermato Alain Berset. Possono essere mantenuti eventi di meno di 1000 persone. Gli organizzatori devono valutare i rischi in collaborazione con l’autorità cantonale competente.


■ A Ginevra, lo Show Auto viene annullato 

L’ascia è caduta: lo show automobilistico non si aprirà il 5 marzo, ha appreso Le  Temps  venerdì mattina. Meno di una settimana prima dell’inizio della manifestazione di Ginevra, che avrebbe dovuto accogliere più di 600.000 visitatori per undici giorni, gli organizzatori hanno deciso di annullare la manifestazione. La decisione dovrebbe essere formalizzata oggi. 

Una decisione presa dopo intense trattative dall’inizio della settimana. In questione, il recente scoppio dell’epidemia di coronavirus in Europa e l’individuazione di casi di infezione in Svizzera, in particolare a Ginevra, mentre l’OMS ha espresso preoccupazione crescente all’inizio di questa settimana. Dopo forti pressioni sui social network e richieste di cancellazione da parte di personaggi pubblici, la decisione delle autorità federali di vietare le manifestazioni di oltre 1.000 persone ha segnato il destino della fiera. Rachel Richterich

■ Primo caso confermato nel Paese di Basilea

Un primo caso confermato di infezione da coronavirus è stato reso pubblico venerdì mattina nel Canton Basilea Campagna. È un uomo di 23 anni che non è altro che il compagno della giovane donna che si è dimostrata positiva nella città di Basilea, hanno detto le autorità di Basilea-Campagna in un comunicato stampa.

Il Consiglio federale terrà una conferenza stampa alle 10:15 di questo venerdì a Berna con Alain Berset.

■ Alcuni paesi stanno adottando misure drastiche

Misure drastiche si stanno moltiplicando nel mondo per combattere la diffusione del nuovo coronavirus, il Giappone decide di chiudere le sue scuole e l’Arabia Saudita per smettere di accogliere i pellegrini alla Mecca, mentre l’epidemia si sta ora diffondendo bene oltre la Cina.

Se fino a poco tempo fa la Cina era l’unico centro globale di coronavirus, il rischio è aumentato con l’emergere di nuovi paesi di origine come la Corea del Sud, l’Iran e l’Italia.

La Corea del Sud ha riferito di oltre 250 ulteriori infezioni venerdì, portando il totale a oltre 2.000 (di cui 13 morti). La Cina ha pubblicato 327 nuovi casi, il numero più basso nel paese dal 24 gennaio e 44 morti. Dall’inizio dell’epidemia sono stati registrati 78.824 casi nella Cina continentale.


■ I mercati azionari stanno cadendo 

La borsa di Shanghai si è conclusa con un calo di quasi il 4% venerdì mentre Shenzhen è scesa di quasi il 5%, all’unisono con le altre aree asiatiche nei mercati in preda al panico per l’accelerazione dell’epidemia di coronavirus in tutto il mondo e il suo impatto economico.

Anche la Borsa di Tokyo ha subito un’altra caduta massiccia. Alla fine delle transazioni, l’indice Nikkei di 225 titoli a stella è sceso del 3,67%, o più di 800 punti, a 21.142,96 punti e l’indice Topix allargato è sceso in proporzioni simili (-3, 65%) a 1.510,87 punti.


■ Un primo caso nell’Africa subsahariana

Il primo caso confermato di contaminazione è stato rilevato nei Paesi Bassi in un uomo che ha recentemente viaggiato nel nord Italia, annunciato l’Istituto olandese per la salute pubblica e l’ambiente (RIVM) giovedì. Il paziente è isolato in un ospedale di Tilburg (sud), ha dichiarato il ministro olandese della sanità Bruno Bruins alla televisione pubblica NOS.

Di recente il paziente ha visitato la Lombardia, una regione del nord Italia, il paese più colpito in Europa, di cui diverse città sono state messe in quarantena. La scoperta di due ciclisti italiani contaminati ha anche indotto gli organizzatori a cancellare le ultime due tappe del tour ciclistico del Tour of the Emirates in programma venerdì e giovedì. Tutti i partecipanti devono essere testati prima del loro ritorno.

La Nigeria ha anche annunciato un caso di coronavirus. Questo è il primo caso nell’Africa sub-sahariana. Il ministero “ha confermato un caso nello stato di Lagos” su Twitter. Altri due casi sono stati registrati negli ultimi giorni in Nord Africa, Egitto e Algeria. Finora non sono stati segnalati decessi nel continente.


■ In Svizzera, otto persone infette, di cui una nel Canton Vaud

La salute degli otto pazienti è considerata buona. Non vi è alcun segno della diffusione della malattia di coronavirus nel 2019 (Covid-19) attualmente in Svizzera, ricordata in una conferenza stampa Virginie Masserey, capo della sezione Controllo delle infezioni dell’Ufficio Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Ma dato l’aumento del numero di casi confermati in tutto il mondo, in particolare nel nord Italia, è probabile che altri casi verranno diagnosticati in Svizzera, ha avvertito l’ufficio. “Dovremo imparare a convivere con il virus che non scomparirà dal mondo”, ha dichiarato Daniel Koch, capo della divisione malattie trasmissibili dell’UFSP.