Ermotti ha guadagnato 12,5 milioni di franchi – Nell’ultimo esercizio finanziario c’era uno stipendio principesco per il boss UBS Sergio Ermotti.

Il capo UBS riceve 1,6 milioni di franchi in meno di salario nel 2019 rispetto all'anno precedente.  Foto: Keystone

Il capo UBS riceve 1,6 milioni di franchi in meno di salario nel 2019 rispetto all’anno precedente. Foto: Keystone

Il CEO di UBS Sergio Ermotti ha guadagnato meno nel 2019 rispetto all’anno precedente. In particolare, la compensazione totale è stata di 12,5 milioni di CHF dopo 14,1 milioni di CHF nel 2018. È costituita da uno stipendio base di 2,5 milioni di CHF e un’ulteriore compensazione fissa di 0,3 milioni di CHF; inoltre, la remunerazione variabile è stata di 9,7 milioni (anno precedente: 11,3 milioni), come si evince dalla relazione sulla remunerazione pubblicata venerdì.

Il Consiglio di amministrazione di UBS è soddisfatto di Ermotti e gli dà una buona testimonianza. Tuttavia, la controversia legale in Francia e il conseguente basso prezzo delle azioni avrebbero avuto un effetto sul bonus. È quindi inferiore del 14% rispetto allo scorso anno. Il bonus di 1,5 milioni di franchi è interamente a rischio – dipende dall’esito del procedimento in Francia.

L’intero team di gestione ha guadagnato un totale di 102,1 milioni di franchi rispetto ai 100,8 milioni di franchi dell’anno precedente. Poiché il numero dei membri del consiglio di amministrazione non corrisponde tra loro nel corso degli anni, i numeri non sono sempre esattamente comparabili. Alla fine dell’anno, tuttavia, 13 membri erano rappresentati nella direzione.

Khan riceve 8 milioni

Il nuovo co-responsabile della gestione patrimoniale, Iqbal Kahn, che è partito da UBS all’inizio di ottobre, riceverà un pagamento una tantum (premio sostitutivo) di 8,1 milioni di franchi per il 2019. Ciò significa che le sue pretese, scadute con il passaggio a UBS, avrebbero dovuto essere risolte con il precedente datore di lavoro, Credit Suisse. Compreso questo importo, la compensazione per la direzione ammonta a 110,2 milioni di franchi.

Non solo il CEO Ermotti, ma anche il Presidente del Consiglio di amministrazione Axel Weber ha ricevuto meno compensi l’anno scorso rispetto al 2018. Il suo stipendio totale per il 2019 è stato di 5,2 milioni di CHF dopo 6,0 milioni di CHF dell’anno precedente. Parte del risarcimento è anche legato alla risoluzione definitiva del caso giudiziario in Francia. Anche l’intero Consiglio di amministrazione ha guadagnato meno del 2018 a 12,5 milioni dopo 13,4 milioni. (Jhm, jb / SDA)