Santander acquista ad Allianz la sua fortuna con Popular per 935 milioni

E. DEL POZO expansion.com 28.2.20

La banca è costituita con un’attività di 13.000 milioni di fondi di investimento, piani pensionistici e assicurazioni. L’azienda tedesca avvia ora nuovi progetti in questi settori.

Banco Santander ha materializzato l’acquisto ad Allianz del 60% di Allianz Popular Holding, con quello che sembra avere il 100%. L’operazione ammonta a un totale di 935 milioni di euro e suppone la rottura, concordata l’anno scorso, dell’accordo di bancassicurazione che l’assicuratore tedesco e popolare aveva mantenuto per trent’anni, ora integrato a Santander.

Parallelamente, la banca è sbarcata ad Allianz Popular Holding e ha collocato i suoi uomini dopo il ritiro del precedente consiglio di amministrazione. Il nuovo presidente è Francisco Gimenez Bosh, capo del settore assicurativo di Santander, che sostituisce Iván de la Sota, un uomo forte nel settore assicurativo di Allianz, che fa parte del comitato direttivo della società tedesca.

Come segretario del consiglio di amministrazione di Allianz Popular Holding Santander, ha nominato Óscar Merino, che ricopre la stessa posizione presso Santander Seguros, una controllata bancaria spagnola al 100%.

L’hólding è integrato da tre società Allianz Popular Vida, in cui Santander ha nominato Gimenez Bosh come presidente, in sostituzione di Miguel Pérez Jaime; Pensioni popolari Allianz e Gestione patrimoniale popolare Allianz.

Alla fine dell’anno scorso, l’assicuratore tedesco ha gestito attraverso queste tre società un risparmio di 12.917 milioni di euro che ora va a Santander. 

Il contributo maggiore, pari a 7.351 milioni di euro, è rappresentato dall’equity dei fondi di investimento che si aggiungono ai 38.514 milioni della banca, aggiungendo 45.865 milioni e posizionandolo al secondo posto nella classifica rispetto al terzo che aveva prima. La sua quota di mercato va dal 13,93% al 16,59%.

pensioni

Nei piani pensionistici, Allianz trasferisce a Santander un patrimonio netto di 4.111 milioni, che si sono aggiunti ai 9.755 milioni di euro della banca, per un totale di 13.860 milioni, che lo consolidano nella seconda posizione della classifica, con una quota di mercato dell’11,91% , rispetto al precedente 8,38%.

Nell’assicurazione sulla vita, dopo aver ricevuto 1.455 milioni di euro da Allianz, alla fine dello scorso anno la banca ha accumulato un risparmio gestito di 16.317 milioni di euro che non ha cambiato la sua seconda posizione nella classifica del settore.

L’assicuratore tedesco prepara ora la sua irruzione nel mercato dei piani pensionistici dopo aver ricevuto l’autorizzazione della direzione generale delle assicurazioni a lanciare un gestore di questi prodotti.

Parallelamente, Allianz cerca modi per avere un fornitore di fondi di investimento per commercializzarli attraverso assicurazioni sulla vita unit linked, che investe in questi prodotti.

La ditta tedesca lavora in Spagna con la sua controllata Allianz Seguros, che è presente in tutte le filiali. L’anno scorso aveva un volume premium di 3.429 milioni di euro.

Aegon

Dopo aver sequestrato il 100% di queste entità, Santander trasferirà ad Aegon parte dell’attività acquistata da Allianz (assicurazione sulla vita), che verrà trasferita alla joint venture tra la banca e la compagnia assicurativa olandese, che distribuisce i prodotti in rete da Santander. La società olandese ha impegnato il pagamento di 295 milioni di euro per questa estensione del suo accordo.

Santander manterrà in suo possesso l’assicurazione sulla vita che canalizza attraverso la sua controllata al 100% Santander Seguros, che lo scorso anno ha ricevuto premi per 1.693 milioni di euro. 

La banca presieduta da Ana Botín stima che l’impatto di questo accordo sul CET1 a pieno carico del gruppo sarà di circa -8 punti base. La previsione dell’entità è che il contributo agli utili per azione sarà leggermente positivo e che genereranno un ROIC superiore al 10%.