Il cannone della Fed non ha alcuna possibilità contro il virus

Insideparadeplatz.ch 4.3.20

Powell, capo della banca centrale in qualità di imperatore nudo: nonostante il forte taglio dei tassi d’interesse, le borse valori di un rosso intenso. Corona è immune al denaro economico.

Jerome Powell lo ha sicuramente immaginato diversamente. In una riunione straordinaria di ieri, il Federal Open Market Committee della Federal Central Bank ha deciso di tagliare i tassi di interesse dello 0,5%.

Appena annunciato, i mercati azionari stanno cadendo. S & P500 meno 2,8%, Dow e Nasdaq meno 3%.

Come è potuto succedere qualcosa del genere?

Innanzitutto, i tagli ai tassi di emergenza della Federal Reserve non pianificati sono rari. Dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre c’erano 50 punti base, quindi all’inizio della crisi finanziaria nell’agosto 2007 di 75 punti base.

Finalmente di nuovo a gennaio 2008, lì la capanna dei subprime era già in fiamme, poco dopo un’ultima volta nell’ottobre 2008 dopo il crollo di Lehman, 50 punti base ciascuno.

Quindi l’11 settembre e tre volte la crisi finanziaria – e ora.

A causa del virus corona. È fantastico. Perché i mercati sono scesi di circa il 10% in un breve periodo di tempo, ma dai nuovi massimi storici.

Qualcosa deve aver preoccupato così tanto la Federal Reserve che non può nemmeno aspettare due settimane per la riunione regolare.

E poi spara anche “due cartucce” contemporaneamente (tutto qui e ora invece di annunciare, per esempio, e quindi abbassare lo 0,25% in ciascuna delle riunioni regolari del 18 marzo e del 29 aprile, sarebbero tre possibili “buone notizie” “).

Era dovuto alla curva dei rendimenti estremamente invertita, che negli ultimi giorni aveva “richiesto” due tagli ai tassi? (Probabili bande di frequenza visibili nello strumento FedE di CME .)

O Powell è stato intimidito dai tweetcostanti di Trump ?

O gli effetti attesi della pandemia di coronavirus sull’economia globale sono peggiori di quanto ci viene attualmente detto?

Il virus è arrivato in Europa dieci giorni fa, in maniera massiccia in Italia, dove i casi sono aumentati da tre a oltre 150 in un fine settimana, ma anche in Germania e in Italia.

È stato uno shock. La settimana scorsa c’è stato anche un bagno di sangue nei mercati. Il crollo più veloce da un massimo storico a una correzione di sempre. In soli 6 giorni. Diffusione grave dell’incertezza.

Una telefonata dal G7 – con il ministro delle finanze americano Mnuchin come presidente – e una conversazione tra il ministro delle finanze dell’eurozona e il capo della BCE Lagarde dovrebbero garantire la calma ( Reuters ).

Grandi pistole furono usate per limitare gli effetti del virus corona sull’economia. “Ci sarà un’azione concertata”, ha detto con fiducia il ministro delle finanze francese Le Maire.

Dopo una maniacale manifestazione del lunedì a Wall Street, la chiamata del G7 ha avuto luogo ieri, martedì mattina. È stato anche discusso il piano della Federal Reserve. Il modo più sicuro per calmare i mercati doveva essere un taglio dei tassi della Fed.

Più veloce e più grande possibile, ovvero 50 punti base.

Il passo è stato annunciato poco prima della chiusura del mercato europeo: meno 0,5% immediatamente, senza indugio.

E Powell si è messo di fronte ai microfoni in una breve conferenza stampa. Tuttavia, sembrava più insicuro del solito . In qualche modo nel film sbagliato.

Dopo un po ‘di agitazione, il mercato conosceva solo una direzione. Down. Abbastanza ripido davvero. Oltre la metà del recupero di lunedì era svanito alla chiusura delle negoziazioni a New York.

Un incubo per la Federal Reserve e il G7. Non solo hanno sparato due delle sole 6 rimanenti cartucce d’interesse statunitensi per nulla, ma hanno anche danneggiato la loro immagine salvatrice.

La pandemia di corona ci mostra incessantemente che le banche centrali sono praticamente senza vestiti.

Da un lato, c’è un’enorme contraddizione nella trama della Fed. Ci viene costantemente detto che l’economia sta andando bene, ma allo stesso tempo la Fed ha tagliato i tassi di interesse tre volte nel 2019.

Lo stesso anche in Svizzera. L’economia sta andando bene, ma la Banca nazionale sta intervenendo nella valuta per far piegare le barre.

Anche il mercato dei pronti contro termine durante la notte negli Stati Uniti è stato sostenuto quotidianamente da settembre . Senza queste misure, il paziente dell’economia globale non sembra essere praticabile.

Quindi cosa significa “forte” qui? Dove saremmo senza tutti questi interventi?

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,
Che cosa succede ora: l’economia è solida o ha bisogno di sostegno? ( FOMC )

Nel comunicato stampa di ieri, questa contraddizione è emersa di nuovo con grande chiarezza.

Fondamentalmente tutto va bene, ma ora stiamo facendo un taglio di emergenza di 50 punti base e supportando l’economia con la nostra “cassetta degli attrezzi”.

Quindi non ha senso. E questo sta aprendo sempre di più i mercati.

E molto peggio: il martello di riduzione dei tassi che ogni presidente della Federal Reserve ha tirato fuori dalla cassetta degli attrezzi della Fed negli ultimi anni per far ripartire la macchina economica non aiuta in un ospedale.

Soprattutto non nel reparto di terapia intensiva.

Il virus si sta diffondendo rapidamente al di fuori della Cina. Domenica 23 febbraio, i casi diagnosticati fuori dalla Cina hanno appena superato i 1.000 voti . A quel tempo, la Svizzera era ancora appagante.

Oggi, 10 giorni dopo, ci sono oltre 10.000 casi al di fuori della Cina e 37 anche in Svizzera .

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,
Esponenziale – particolarmente male in Corea del Sud, Italia e Iran ( COVID2019.app )

In che modo Powell dovrebbe aiutare con la sua cassetta degli attrezzi? Il mercato sa che non può sviluppare un vaccino.

I tassi di interesse più bassi difficilmente portano a un minor numero di eventi annullati o voli in corso. La Fed non può evocare turisti cinesi sulla Bahnhofstrasse.

Il passaggio a fornitori alternativi non è inoltre reso più semplice dal fatto che è possibile indebitarsi in modo più economico.

Se un altro miracolo non arriverà, l’economia globale scivolerà in recessione nel 2020. E per i mercati, sembra sempre più uno scenario peggiore .

Anche tassi di interesse pari a zero o un altro programma di acquisto di titoli della Federal Reserve statunitense – un allentamento quantitativo – difficilmente aiuteranno.

La tempesta perfetta minaccia. Uno shock di domanda e offerta. E l’Imperatore Fed è nudo.