Ifratelli gemelli di 85 anni”Barclay Brothers”discutono sull’Hotel Ritz di Londra

Spiegel.de 5.3.20

Vortice in una delle famiglie più ricche della Gran Bretagna: si dice che i figli di Sir David Barclay abbiano infastidito l’Hotel Ritz per intercettare lo zio.
Sono stati ripresi di nuovo.
Chiede un miliardo di sterline, e non di meno: se il rinomato London Hotel Ritz non viene venduto almeno per questo importo, il comproprietario e miliardario britannico Sir Frederick Barclay (85) vuole intentare un’azione legale contro il fratello gemello Sir David Barclay e i suoi figli.
La minaccia è solo l’ultimo evento in una disputa pubblica di poche settimane da parte della famiglia, che altrimenti è considerata silenziosa.
Il grilletto è una presunta relazione intercettativa: si dice che i tre figli di Sir David abbiano infastidito una stanza nel Ritz ‘per intercettare conversazioni tra Sir Frederick e sua figlia Amanda per mesi.
Si dice che una telecamera di sorveglianza abbia filmato uno dei figli che maneggiava un bug, secondo
quanto riferito dal “Guardian” britannico .
Sir Frederick è quindi andato in tribunale contro i suoi nipoti a gennaio.

La società di investimento dei fratelli Barclay ora appartiene ai loro figli: Amanda detiene una partecipazione del 25% e quindi non può bloccare le decisioni dei suoi tre cugini.
“Il processo è condotto in modo indipendente e professionale e sta procedendo bene”, ha dichiarato Ellerman Investments al Financial Times in merito alla vendita del Ritz.
“Continuiamo a concentrarci sul raggiungimento del miglior valore per tutti gli azionisti”.


La disputa potrebbe rendere più complicata la vendita dei beni condivisi dei gemelli.
I “Barclay Brothers”, come vengono chiamati, possiedono l’Hotel Ritz, tra gli altri, il quotidiano “Daily Telegraph” e la compagnia di consegna Yodel.
Secondo i media, il Ritz sarebbe sul mercato dall’anno scorso.
Sir Frederick è minacciato da una nuova causa
A quanto pare, Sir Frederick teme che l’hotel possa essere venduto al di sotto del valore senza influire sul processo di vendita.
Il
Financial Times lo ha citato dicendo: “Posso annunciare che ci sono state molte offerte concorrenti per questo hotel di prim’ordine del valore di oltre un miliardo di sterline”.
“Vendere a un prezzo inferiore al valore massimo” non è un’opzione, ha affermato Sir Frederick.
“Vendere al di sotto del giusto valore porterebbe a ulteriori contenziosi. Questo sarebbe sfortunato.”
Tuttavia, non ha rivelato chi fossero i potenziali interessi.