Borsa: UBS e Credit Suisse in caduta libera inferiore a CHF 10

Finews.ch 5.3.20

Le azioni UBS e Credit Suisse vengono vendute a seguito della crisi della corona. Entrambi i titoli sono scesi sotto il segno di CHF 10 venerdì.

Le azioni delle due maggiori banche svizzere UBS e Credit Suisse (CS) sono praticamente costate lo stesso venerdì mattina: UBS era scambiato a 9,90 CHF alle 10 circa, quello di CS a 9,94 CHF. Il drammatico calo del prezzo di entrambi i titoli bancari è proseguito venerdì al -2,6 percento (UBS) e -2,8 percento (CS). 

Negli ultimi dieci giorni di negoziazione, le perdite di entrambe le azioni sono state ben oltre il 20 percento. Allo stesso tempo, sono i peggiori in termini di indice di mercato svizzero (SMI).

È la prima volta che le due grandi azioni bancarie vengono scambiate insieme con il segno di CHF 10. UBS ha rotto questo segno solo lo scorso autunno. La quota CS aveva subito questo destino nell’estate del 2016.

La crisi della corona sembra fungere da acceleratore del fuoco per i due titoli. Sia UBS che CS soffrono – come tutte le principali banche europee – del contesto negativo dei tassi di interesse. L’ultimo taglio dei tassi della Fed è stato un altro calo in un barile che stava già traboccando.

La passività si diffonderà

Ma ora anche i rendimenti dei titoli di stato statunitensi decennali sono scesi al di sotto del segno dell’1 percento: il corrispondente “svizzero” è da tempo in territorio negativo.

Inoltre, è probabile che i ricavi delle banche collassino in modo massiccio. In continui periodi di incertezza, gli investitori stanno lontani dai mercati azionari dopo aver venduto in preda al panico.

Per la prima volta insieme a meno di 10 franchi