Coronavirus Starbucks vieta ai clienti di usare le proprie tazze da caffè

Spiegel.de 6.3.20

A causa del virus corona, il caffè di Starbucks non viene più riempito in tazze di caffè portate dai clienti. Mostrarlo continuerà ad essere premiato con uno sconto.

Tazza da caffè Starbucks (immagine di archivio): i clienti devono fare a meno delle proprie tazze
Tazza da caffè Starbucks (immagine di archivio): i clienti devono fare a meno delle proprie tazze A3754 Sebastian Widmann / dpa

La catena di caffè americana Starbucks ha proibito ai suoi clienti di usare tazze di caffè che hanno portato con sé. Il motivo è la paura dell’infezione da virus corona.

Tuttavia, il gesto rispettoso dell’ambiente è ancora premiato con il solito mini-sconto di dieci centesimi, ha affermato il vicepresidente Rossann Williams. Per fare ciò, i clienti dovrebbero mostrare la loro tazza personale. Il caffè verrebbe quindi riempito in tazze Starbucks.

“Pulizia e disinfezione” intensificato

Secondo lei, Starbucks ha anche preso una serie di altre misure contro il virus. Tra l’altro, “pulizia e disinfezione” sono state rafforzate in tutti i negozi, ha affermato. I viaggi aerei di lavoro negli Stati Uniti e all’estero sono stati “limitati” fino alla fine di marzo, con il rinvio degli incontri presso le sedi Starbucks negli Stati Uniti e in Canada.

La compagnia apprese le lezioni dai suoi dirigenti cinesi, “che furono i primi ad affrontare questa epidemia”, ha detto. Dopo gli Stati Uniti, la catena ha il maggior numero di filiali in tutto il mondo in Cina.Tutti gli articoli sul nuovo tipo di virus corona 

Il 31 dicembre, la Cina ha contattato per la prima volta l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Casi di polmonite enigmatica aumentarono nella città di Wuhan. Nel frattempo, diverse 10.000 persone hanno mostrato di essere malate, la situazione cambia di giorno in giorno. In questa pagina troverai una panoramica di tutti gli articoli SPIEGEL sull’argomento.

Ad oggi, oltre 95.000 casi di infezione da coronavirus Sars-CoV-2 sono stati confermati in tutto il mondo . Circa 3.200 persone sono morte per la malattia polmonare Covid-19 causata dal virus.