Il discorso di Trump sul virus straniero di Trump ha spaventato gli investitori

Lavandino di Giustino bloomberg.com 12.3.20

  • I futures S&P 500 si riducono dopo le osservazioni del presidente
  •  I democratici delle case rilasciano il proprio piano economico poche ore dopo
Donald Trump parla durante un discorso televisivo nell'Ufficio Ovale della Casa Bianca a Washington, DC, USA, l'11 marzo.

Donald Trump parla durante un discorso televisivo nell’ufficio ovale della Casa Bianca a Washington, DC, USA, l’11 marzo. Fotografo: Doug Mills / The New York Times / Bloomberg

La prima presidenza americana si è scontrata con una pandemia globale mercoledì sera. Il risultato non sembrò rassicurare i mercati birichini o una nazione nervosa.

Il presidente Donald Trump ha fatto affidamento su un libro di istruzioni familiare mentre parlava in prima serata dall’Oval Office, annunciando nuove restrizioni sui viaggi dall’Europa e sparse azioni esecutive per aiutare i lavoratori e le imprese a scuotere da quello che ha definito un “virus straniero”.

Ha incolpato gli alleati per non aver adottato misure severe in materia di immigrazione che, secondo lui, avevano impedito un più ampio scoppio negli Stati Uniti, ma l’approccio combattivo e le misure di piccolo calibro sembravano solo evidenziare le lotte del presidente per affrontare il momento più consequenziale della sua presidenza.

E anche in un indirizzo di 10 minuti, Trump non poteva attenersi ai fatti.

Ha esagerato le restrizioni ai viaggi in Europa, affermando di “sospendere tutti i viaggi” dal continente e ha suggerito che si applicheranno anche al commercio. In seguito ha twittato che il commercio non sarebbe stato interessato e il Dipartimento della sicurezza nazionale ha chiarito che la restrizione si applica generalmente agli stranieri che sono stati in Europa entro 14 giorni.

Ha affermato che gli assicuratori sanitari statunitensi avevano accettato di rinunciare ai pagamenti per il trattamento del coronavirus. Un portavoce dei piani di assicurazione sanitaria degli Stati Uniti, un gruppo commerciale, ha dichiarato che i suoi membri avevano accettato di rinunciare ai cofinanziamenti solo per i test.

‘Non è molta fiducia’

Il discorso ha chiaramente deluso gli investitori, che hanno atteso un “grande” piano economico che il presidente ha promesso lunedì e che non ha ancora messo alla prova.

I futures sull’indice S&P 500 di riferimento sono costantemente peggiorati quando i dettagli del piano di Trump sono trapelati durante le ore di cena a New York. In calo di circa lo 0,8% quando sono iniziate le sue osservazioni, la perdita si è estesa al 2% quando il presidente ha finito di parlare e da lì è peggiorato.

“Gli investitori sono alla ricerca di stimoli governativi audaci. Finora non abbiamo visto molti dettagli e non c’è molta fiducia nel fatto che accadrà abbastanza rapidamente “, ha dichiarato Nathan Thooft, responsabile dell’asset allocation globale di Manulife Investment Management.

Le proposte più ambiziose di Trump includono una sospensione delle imposte sui salari negli Stati Uniti, un congedo per malattia retribuito per i lavoratori orari e 50 miliardi di dollari in prestiti aggiuntivi per le piccole imprese. Sia i democratici che i repubblicani hanno espresso reticenza riguardo a una riduzione delle tasse sui salari, e circa tre ore dopo il suo indirizzo, i democratici di casa hanno pubblicato il proprio piano per combattere le ricadute economiche dal virus che serviva a evidenziare come suonava l’offerta modesta di Trump.

Il piano democratico include test gratuiti sul coronavirus, congedi di emergenza retribuiti per i lavoratori, assistenza per la sicurezza alimentare e altre misure per aiutare gli americani comuni a superare lo scoppio.

Problema straniero

L’indirizzo ha dimostrato che per il presidente il coronavirus rimane un problema estero che può essere risolto con un approccio tipicamente Trump: la chiusura dei confini statunitensi. Ha appena riconosciuto la diffusione del virus nel paese, dove ora ci sono più di 1.300 casi e 38 persone sono morte .

“Ci stiamo muovendo molto rapidamente, e per la stragrande maggioranza degli americani, il rischio è molto, molto basso”, ha detto Trump, descrivendo ancora una volta la minaccia in un linguaggio più ottimistico di quello che usano le autorità sanitarie statunitensi. “Le persone giovani e sane possono aspettarsi di recuperare completamente e rapidamente se dovrebbero ottenere il virus”, ha aggiunto.

Trump ha fatto appello agli americani per lavarsi le mani e restare a casa se sono malati. Non ha detto nulla del ritardo degli Stati Uniti nel testare persone potenzialmente infette che hanno lasciato le autorità della sanità pubblica cieche alla diffusione della malattia. “Le funzionalità di test e test si stanno espandendo rapidamente, giorno dopo giorno”, ha affermato il presidente.

Ma a partire da pochi minuti dall’intervento di Trump, gli eventi hanno dimostrato rapidamente l’entità della crisi. La star del cinema americano Tom Hanks e sua moglie, l’attrice Rita Wilson, hanno annunciato la loro infezione e la National Basketball Association ha sospeso la sua stagione dopo che la star del Utah Utah Rudy Gobert si è dimostrata positiva per il virus. Twitter ha detto a tutti i suoi dipendenti di lavorare da casa. La senatrice Maria Cantwell, democratica dello stato di Washington, ha affermato che uno staff del suo ufficio di Washington, DC, si è rivelato positivo per il virus.

La Casa Bianca ha detto dopo il suo discorso che Trump aveva annullato i piani per viaggiare questa settimana in Nevada e Colorado, e la sua campagna ha affermato che anche un evento con cattolici romani in programma per Milwaukee – annunciato solo un giorno prima – è stato cancellato.

Domande chiave

La crisi è andata al centro di domande centrali e irrisolte sulla presidenza di Trump: se la sua serie di crescita economica potesse essere mantenuta durante il giorno delle elezioni, se fosse in grado di sopprimere la sua propensione per audaci proclami e guerre politiche mentre gli esperti emettevano terribili avvertimenti sulla malattia, e in che modo un’ala ovest gestita da novizi e estranei sfidanti avrebbe attraversato le complessità di una vera crisi.

Le prime recensioni – basate sia sull’opinione pubblica sia sulla reazione dei mercati finanziari che Trump stesso ha definito il miglior barometro del suo successo – non sono state gentili.

Solo il 43% degli americani approva la gestione del focolaio da parte del presidente, mentre il 49% no, secondo un sondaggio dell’Università di Quinnipiac pubblicato lunedì. E solo il 41% degli americani approva le prestazioni complessive di lavoro di Trump, con una maggioranza – 54% – che non approva.

Gli americani, considerando l’opportunità di rieleggere Trump a novembre, daranno un’occhiata giovedì a come la crisi avrebbe potuto essere gestita in un’altra amministrazione. L’ex vicepresidente Joe Biden, il front-runner per sfidare il presidente in carica, terrà un discorso sul virus, dopo aver annunciato mercoledì un comitato consultivo per la salute pubblica per fornire la sua campagna “consulenza di esperti scientifici” sull’epidemia.

– Con l’assistenza di Vildana Hajric