Aramco riduce le spese mentre il virus cancella la crescita della domanda di petrolio

Anthony Dipaola e Matthew Martin bloomberg.com 15.3.20

La mostra Aramco al North American International Auto Show 2018 (Getty Images / B. Pugliano)
Il colosso petrolifero saudita taglia l’obiettivo del capex di ben il 24% rispetto al 2019
 Il profitto è crollato del 21% nel 2019 a causa della riduzione dei prezzi del petrolio e della produzione

L’Arabia Saudita sta tagliando la spesa prevista quest’anno nel primo segno che il crollo della domanda e la guerra dei prezzi del petrolio scatenata dal regno stanno colpendo a casa.


Le spese in conto capitale saranno comprese tra 
$ 25 miliardi e 
$ 30 miliardi nel 2020 e i piani di spesa per il prossimo anno e oltre saranno sottoposti a revisione, ha affermato Aramco. 
Il gigante del petrolio sta abbassando la gamma dai 
$ 35 miliardi previsti 

$ 40 miliardi annunciati nel suo prospetto IPO, e si confronta con 
$ 32,8 miliardi nel 2019.


“Questa è stata la sorpresa”, ha detto Ahmed Hazem Maher, analista di EFG Hermes al Cairo, in merito al taglio della spesa. 
“Stanno aggiungendo la produzione in un ambiente a basso prezzo in modo che i loro flussi di cassa possano essere influenzati”. 
La riduzione degli investimenti potrebbe contribuire ad assorbire parte dell’impatto del calo dei prezzi del petrolio, ha affermato.


La guerra del prezzo del petrolio guidata dall’Arabia Saudita e dalla Russia significa più dolore per Aramco mentre le nazioni produttrici si preparano ad aumentare l’offerta. 
Prezzi scontati per i mercati già in calo a causa della domanda debole e del greggio che hanno perso circa la metà del loro valore dall’inizio dell’anno probabilmente incasseranno ulteriormente le entrate
Domenica le azioni Aramco sono scese dello 0,9%, estendendo quest’anno il calo a circa il 18%. 
Il valore di mercato di Aramco è crollato da un picco di oltre 
$ 2 trilioni a dicembre a circa 
$ 1,5 trilioni . 
I dirigenti di Aramco sono pronti a presentare agli analisti finanziari i risultati dei risultati alle 15:00 ora saudita di lunedì.
Le azioni sono scese al di sotto del prezzo dell'IPO a causa di un crollo dei prezzi del petrolio
Il colpo del coronavirus al consumo di petrolio ha travolto l’ottimismo iniziale dell’OPEC per la domanda quest’anno, con gli analisti che ora prevedono un calo dei consumi. 
L’incapacità del gruppo OPEC + di concordare ulteriori tagli il 6 marzo non fa che aggravare l’eccesso mentre gli acquirenti cercano serbatoi e navi.
“Abbiamo già preso provvedimenti per razionalizzare la spesa in conto capitale pianificata per il 2020”, ha affermato l’amministratore delegato Amin Nasser. 
Dato l’impatto della pandemia di coronavirus sulla crescita economica e sulla domanda, Aramco sta adottando “un approccio flessibile all’allocazione del capitale”, ha affermato.
L’Arabia Saudita, la Russia e altri intendono aumentare la produzione una volta scaduto l’accordo attuale per ridurre la produzione a marzo. 
Ad aprile il regno si è impegnato a fornire il 25% in più di petrolio rispetto a quello prodotto il mese scorso e mercoledì ha ordinato ad Aramco 
di aumentare la capacità produttiva di 1 milione di barili al giorno.


NUMERI CHIAVE 2019
Reddito netto compresi gli interessi di minoranza: 331 miliardi di riyal ($ 88 miliardi) 
contro 417 miliardi nel 2018
Entrate: 1,11 trilioni di riyal 
contro 1,19 trilioni di riyal
Utile operativo: 675 miliardi di riyal 
contro 798 miliardi di riyal
I prezzi del petrolio sono diminuiti lo scorso anno, anche se l’Arabia Saudita ha ridotto la produzione nell’ambito degli sforzi dell’OPEC e di altri produttori per frenare la produzione. 
Gli attacchi di droni e missili a due delle sue più grandi strutture a settembre hanno temporaneamente ridotto la produzione di oltre la metà, ma non hanno causato un forte aumento dei prezzi.
Aramco ha ribadito il suo piano di pagare 
dividendi 
per 
$ 75 miliardi quest’anno. 
La società deve bilanciare il proprio impegno a pagare gli investitori con la spesa per i suoi progetti a monte – mantenendo la produzione di petrolio e espandendo i campi – e potenziando le sue operazioni globali di raffinazione e chimica – il segmento a valle del business.
“Aramco può ristrutturare la strategia per concentrarsi maggiormente sull’espansione a monte piuttosto che a valle”, ha dichiarato Mazen Al-Sudairi, responsabile della ricerca presso Al Rajhi Capital. 
“Possono farlo facilmente dal loro flusso di cassa. 
Ma potrebbe influire sul trasferimento di denaro al governo per uno o due quarti “.
si riferisce alle perdite di Aramco che spendono mentre il virus cancella la crescita della domanda di petrolio
Nel 2019 il 
greggio Brent era in media 
$ 64,12 al barile rispetto ai 
$ 71,67 dell’anno precedente. 
La produzione saudita è scivolata a una media di 9,83 milioni di barili al giorno da 10,65 milioni nel 2018, secondo i dati raccolti da Bloomberg. 
Aramco ha riportato l’output ai livelli pre-attacco all’inizio di ottobre.
La rete 2018 di Aramco al netto di 
$ 111 miliardi l’ha resa di gran lunga la compagnia più redditizia del mondo, superando i redditi combinati di alcune delle più grandi aziende del mondo tra cui Apple Inc., Samsung Electronics Co. e Alphabet Inc.
– Con l’assistenza di Verity Ratcliffe