CR7 non trasforma i suoi hotel in ospedali

La prima notizia è stata che la superstar della Juventus stava rendendo disponibili i suoi hotel a quattro stelle ai pazienti durante la pandemia della corona. Ciò viene ora messo in prospettiva.

Cristiano Ronaldo 2016 all'inaugurazione del suo hotel a Funchal.  (Immagine: Getty)

Cristiano Ronaldo 2016 all’inaugurazione del suo hotel a Funchal. (Immagine: Getty)

tagesanzeiger.ch 16.3.20

In tempi di crisi come quello attuale, la società si avvicina e si difende a vicenda. Ma ci sono anche molte notizie false. Ora anche Cristiano Ronaldo ne è colpito. La superstar, che è sotto contratto con la Juventus, ha due hotel in Portogallo. Nelle ultime ore si diceva che li avrebbe resi disponibili come ospedali. Allo stesso tempo, l’attaccante avrebbe annunciato che avrebbe pagato tutti i costi dei pazienti e del personale medico.

I due hotel a quattro stelle si trovano a Funchal e Lisbona e avrebbero dovuto servire da ospedali in futuro. Gli hotel CR7 sono decorati con, tra l’altro, maglie incorniciate, stampe delle scarpe da calcio di Ronaldo e illustrazioni della sua vita.

Ora il giornalista portoghese Filipe Caetano riferisce su Twitter e descrive queste notizie come notizie false: “Semplicemente non è vero.” E un portavoce dell’albergo ha detto all’emittente televisiva olandese «RTL Nieuws»: «Siamo un hotel. Non saremo un ospedale. È un giorno come tutti gli altri, siamo e restiamo un hotel. » Il quotidiano sportivo spagnolo «Marca», che inizialmente ha reso virale il presunto atto eroico di Ronaldo, ha ora eliminato il suo rapporto.Filipe Caetano@filicaetano

Mais uma fake news. Isto não é verdade. Mas porque é que os jornalistas não fazem o trabalho da forma como aprenderam (confirmar as informações, o que dá trabalho) e só seguem o que surge em fontes não fidedignas? https://twitter.com/marca/status/1238970069591392256 …557Twitter Ads info and privacy339 people are talking about this

Lo stesso Cristiano Ronaldo, come i suoi compagni di squadra, entrò in quarantena dopo la scoperta positiva del compagno di squadra Daniele Rugani. Trascorre questi nel suo nativo Madeira per prendersi cura di sua madre, che ha 30 anni in più e che ha avuto un ictus una settimana fa. Un ritorno in Italia non è attualmente possibile per il calciatore a causa delle restrizioni di ingresso.

Sabato, Ronaldo ha scritto in un post su Instagram che la protezione della vita umana deve essere al di sopra di tutti gli altri interessi e quanto sia importante seguire le linee guida dell’OMS e delle autorità locali.