Il gruppo bancario Lloyds mette in pausa alcuni investimenti sul coronavirus

Stefania Spezzati bloomberg.com 17.3.20

  • Il prestatore britannico dipende fortemente dai prestiti alle piccole imprese
  •  Il CEO Horta-Osorio ha affermato che “un enorme shock esterno” colpirà le aziende

Lloyds Banking Group Plc ritarderà alcuni dei suoi investimenti poiché il coronavirus interrompe la vita quotidiana nel Regno Unito, secondo il suo amministratore delegato.

Antonio Horta-Osorio ha dichiarato che la banca rivedrà alcuni dei suoi piani per trasformare il business, poiché più della metà del suo personale lavora a casa e le esigenze dei clienti cambiano man mano che la malattia si diffonde.

“Abbiamo un enorme shock esterno, che fornirà un ritardo, e quindi utilizzeremo assolutamente tale leva e ritarderemo di conseguenza il nostro programma di investimenti”, ha dichiarato alla conferenza Morgan Stanley European Financials, che si terrà praticamente quest’anno.

A nove anni dal suo incarico, Horta-Osorio ha guidato Lloyds verso la redditività e la piena proprietà privata dopo la crisi finanziaria. Tuttavia, la banca dipende ancora fortemente dalla forza della sua economia domestica, che è offuscata dall’emergenza del coronavirus. La scorsa settimana , la banca ha reso disponibili 2 miliardi di sterline ( $ 2,4 miliardi ) per le piccole imprese colpite dal rallentamento previsto.

“Questa non è una crisi originata dal settore bancario. Questa è una crisi esterna che colpirà prima il settore delle imprese “, ha affermato. “Il nostro ciclo di pianificazione si è ridotto significativamente da un orizzonte molto lungo.”

Banco Santander SA ha dichiarato martedì nella stessa conferenza che gli effetti del virus potrebbero ridurre i suoi guadagni del 5% quest’anno.