Coronavirus: Auchan pagherà un bonus di 1.000 euro a 65.000 dipendenti

Enrique Moreira lesechos.fr 22.3.20

Il colosso della vendita al dettaglio francese ha annunciato l’intenzione di pagare un bonus ai suoi team Auchan e Chronodrive. Il gruppo intende “salutare il loro eccezionale impegno per la crisi sanitaria” del coronavirus. Questo bonus forfettario sarà versato “nell’ambito del contratto di compartecipazione agli utili della società”.

I dipendenti di grandi rivenditori sono in prima linea di fronte al coronavirus. Auchan, uno dei giganti francesi del settore, lo riconosce e vorrebbe premiare i suoi dipendenti francesi. E ‘ “pagherà un premio di 1.000 euro a 65.000 dipendenti” , ha detto in una dichiarazione rilasciata Domenica.

Questo bonus forfettario riguarda “tutti i dipendenti dei negozi, magazzini, unità, servizi di consegna a domicilio e sito di e-commerce” del gruppo in Francia. “Come ha suggerito il ministro dell’Economia Bruno Le Maire, questo bonus verrà versato nell’ambito dell’accordo di partecipazione agli utili della società” , ha affermato Auchan.

Prime Macron

I datori di lavoro e il governo sono in effetti d’accordo per premiare i dipendenti che non possono lavorare a casa durante questo periodo di confino. Bercy, da parte sua, ha spinto le aziende da venerdì a utilizzare il premio Macron, esente da oneri e tasse fino a 1.000 euro e pagato ai dipendenti che guadagnano meno del triplo del salario minimo.

Questo bonus, creato a seguito della crisi dei “gilet gialli”, è stato rinnovato nel 2020, ma solo per le aziende che hanno firmato un accordo di partecipazione agli utili con i propri dipendenti. Questo è il caso di Auchan (la condizione salterà per le piccole imprese ai sensi della legge di emergenza). Annunciando il pagamento di questa mancia, il gruppo di Lille “esercita ancora una leggera pressione” sugli altri marchi i cui dipendenti sono anche al lavoro, stimando in un tweet il consulente Oliver Dauvers. E questo “anche se non fosse l’obiettivo”, ha detto.

Iniziative di solidarietà

Il distributore, il cui fatturato ha eroso complessivamente l’1,4% nel 2019, a 45,8 miliardi di euro e il 2% in Francia, pagherà secondo un rapido calcolo non inferiore a 65 milioni di euro. “Il gruppo Auchan deve conoscere come tutte le imprese in Francia le maggiori difficoltà, ovviamente, e hanno scelto di considerare che la ricchezza dei loro affari, erano i loro dipendenti”, ha accolto con favore il Ministro dell’azione e Conti pubblici, Gérald Darmanin, domenica mattina su Europa 1, invitando “le aziende che possono” a fare lo stesso.

Il gruppo di circa 329.700 dipendentiassicura che la sua “priorità è ovviamente quella di garantire la sicurezza e la salute dei [suoi] team e dei [suoi] clienti” . “Le misure di protezione sono già in atto in tutti i nostri negozi: rispetto dei gesti di barriera, protezione dei casi con plexiglas, fornitura di gel idroalcolico, maschere e guanti, organizzazione degli orari dei negozi …” , aggiunge Edgard Bonte, il presidente di Auchan Retail citato nel comunicato stampa.

Il gigante del commercio al dettaglio non è la sua prima iniziativa unita per combattere il coronavirus. Auchan ha già consegnato circa 100.000 maschere FFP2 agli ospedali nell’area metropolitana di Lille. Questa riserva, creata durante l’epidemia di influenza H1N1, è stata trovata nei magazzini del gruppo. Ha anche permesso di equipaggiare il personale.

Enrique Moreira