Chi ora riceve aiuti così

Faz.net 23.3.20

Il governo federale ha deciso un pacchetto di aiuti senza precedenti a causa della crisi della corona. Ma chi ottiene il supporto – e in che modo? Dalla grande azienda ai lavoratori autonomi al proprietario: una panoramica.

Il tempo scorre veloce. Laddove il reddito o il reddito collassano durante la notte a causa della crisi della corona, è necessario adottare rapidamente misure correttive. Il governo federaleha quindi messo insieme un pacchetto di aiuti di vasta portata per gruppi molto diversi. “Non possiamo dare una garanzia di stipendio”, ha detto lunedì il ministro federale dell’economia Peter Altmaier (CDU), e anche: “Non possiamo sostituire le vendite perse”. Tuttavia, l’obiettivo è che tutti possano far fronte ai costi di gestione e che i lavoratori autonomi non debbano rinunciare alla propria azienda. Chi ottiene cosa?

dipendente

Una rete di sicurezza per i lavoratori il cui reddito è in calo non esiste solo dalla crisi di Corona. Oltre alle prestazioni lavorative di breve durata, questo include la sicurezza di base di Hartz IV e il supplemento per bambini. Hanno sempre sostenuto i lavoratori a basso reddito e le loro famiglie se il loro reddito è inferiore al requisito minimo. Per una famiglia di quattro persone in una regione con costi di alloggio medi, attualmente si tratta di 2033 euro per Hartz IV e 776 euro per le persone singole. Anche coloro che non sono disoccupati possono ottenere aiuto dal centro per l’impiego, il che aumenta il loro reddito disponibile.

Le famiglie che sono leggermente al di sotto dei tassi obbligatori dovrebbero prima richiedere un supplemento per bambini dal fondo familiare dell’agenzia per l’ impiego . Aumenta le prestazioni familiari regolari fino a 185 euro per bambino al mese. L’accesso è ora più semplice per il momento della crisi: Hartz IV non deve più controllare le risorse; il supplemento per bambini tiene conto solo delle entrate correnti, non della media più a lungo termine e più elevata.

L’indennità di lavoro a breve termine è, tuttavia, pronto soccorso per molti, ma non per tutti, i lavoratori: l’agenzia del lavoro interviene per una parte dei salari, dove l’azienda e la forza lavoro si accordano per tagliare i salari al fine di salvare posti di lavoro. Se, ad esempio, il salario viene dimezzato, l’indennità di lavoro a breve termine sostituisce il 60 percento della perdita su base netta; chi ha figli ottiene il 67 percento. L’applicazione viene eseguita dal datore di lavoro.

Piccole imprese

Sono disponibili fino a 50 miliardi di euro per lavoratori autonomi e piccoli imprenditori con un massimo di 10 dipendenti. Con un massimo di cinque dipendenti, è previsto un pagamento una tantum fino a 9.000 euro. Con un massimo di dieci dipendenti, la sovvenzione aumenta fino a un massimo di 15.000 euro. Questo per garantire che i lavoratori autonomi possano continuare a pagare i loro costi di gestione come i canoni di locazione e di locazione. Il pagamento viene effettuato tramite le banche di sviluppo statali.


Altmaier ha
 detto che i soldi potrebbero essere pronti all’inizio della prossima settimana. Alcuni paesi hanno già avviato i propri programmi di aiuto, ma lunedì a Berlino è stato dimostrato che i server sono crollati sotto il carico delle domande. I lavoratori autonomi possono richiedere sovvenzioni da parte del governo federale o dei rispettivi stati federali. Le sovvenzioni non devono essere rimborsate, ma tassabili – se l’azienda realizza un profitto quest’anno. Sono ammissibili solo le società che non hanno avuto difficoltà economiche prima di marzo.

Aziende di medie dimensioni

Le aziende con un massimo di 249 dipendenti e 50 milioni di euro di vendite annuali aiutano gli attuali prestiti ponte di KfW . Lo richiedi attraverso la banca di casa. Ogni gruppo di società può richiedere fino a 1 miliardo di euro. Tuttavia, l’importo massimo del prestito non può coprire più di un quarto del fatturato annuo e le attuali esigenze di finanziamento per 18 mesi.

Al fine di accelerare il processo di concessione, KfW elimina il proprio controllo del credito per prestiti fino a 3 milioni di euro; prove semplificate dovrebbero essere sufficienti per un massimo di 10 milioni di euro. Per le grandi aziende di medie dimensioni, KfW ora può anche partecipare a finanziamenti sindacati. Questo vale da 25 milioni di euro, ma la somma è aperta verso l’alto. Stefan Bender, responsabile presso Deutsche Bank per i clienti corporate tedeschi, elogia la banca statale: “KFW ha fatto tutto il possibile umanamente per trovare programmi altamente modificati e nuovi per l’intera gamma dell’economia tedesca in soli 10 giorni, dal mastro fornaio a al gruppo Dax “.

Al fine di persuadere le banche e le casse di risparmio a emettere i soccorsi ai loro clienti, KfW li allevia fino al 90% del rischio di insolvenza. “Data la mole di richieste previste, l’assunzione di responsabilità del 10 o 20 percento da parte delle banche commerciali non dovrebbe essere derisa”, afferma Bender. La domanda di credito da parte dei clienti aziendali è già notevolmente aumentata. I prestiti KfW a basso interesse sono tanto più importanti. Ulteriori informazioni sono disponibili anche sulla hotline Corona del Ministero dell’Economia allo 030 / 18615-1515.

Aziende più grandi

Il cosiddetto Fondo di stabilizzazione economica (WSF), che si basa sulle regole del fondo di salvataggio bancario Soffin dal tempo della crisi finanziaria, è destinato a società con un bilancio complessivo di oltre 43 milioni di euro, ricavi di vendita di oltre 50 milioni di euro e oltre 249 dipendenti. Il governo federale offre garanzie per 400 miliardi di euro, misure di ricapitalizzazione per 100 miliardi di euro e prestiti fino a 100 miliardi di euro. Come accadeva a Commerzbank a quel tempo, il governo federale poteva ora utilizzare questo strumento per partecipare direttamente alle aziende.

inquilino

Gli inquilini privati ​​e commerciali non possono essere licenziati da inizio aprile a fine giugno se non possono pagare l’affitto a causa della crisi Corona. Lo stesso vale per i contratti di locazione e i contratti con i fornitori di elettricità e acqua, nonché i fornitori di telecomunicazioni. L’inquilino deve rendere “credibile” che ha incontrato difficoltà finanziarie a causa della pandemia. Come si può sentire, questo non dovrebbe trasformarsi in una battaglia di carta: una spiegazione corrispondente potrebbe essere sufficiente.

Importante: l’affitto non viene revocato, ma deve essere rimborsato entro il 30 giugno 2022, compresi gli interessi applicabili nel diritto civile. Alcune società immobiliari private e urbane hanno già messo in atto programmi per differire gli affitti e rimborsarli a rate. Chiunque abbia un proprietario privato dovrebbe iniziare una conversazione con lui.

contribuente

Le società e i lavoratori autonomi con problemi di liquidità ricevono aiuto dall’ufficio delle imposte. Il Ministero delle finanze ha chiarito con le più alte autorità finanziarie dei paesi, quando dovrebbe esserci quale sgravio fiscale. I contribuenti che possono dimostrare di essere “direttamente e non influenzati in modo insignificante” possono presentare differimenti fiscali fino alla fine di quest’anno. Questo vale anche per i pagamenti anticipati. Per fare questo, devono spiegare le loro circostanze.

Tuttavia, le autorità fiscali vogliono gestirlo generosamente. I pagamenti devono essere differiti per un periodo limitato, ma generalmente senza interessi. Le società possono presentare domande al proprio ufficio delle imposte entro il 31 dicembre. Questa misura incide sull’imposta sul reddito, sull’imposta sulle società e sull’imposta sulle vendite. Anche le tasse commerciali devono essere adeguate su richiesta. Ciò migliorerebbe la situazione di liquidità. Inoltre, si vuole evitare l’applicazione di debiti fiscali scaduti entro la fine di dicembre. I supplementi predefiniti dovrebbero essere esclusi.