il mondo olimpico è completamente fuori gioco

Johannes Aumüller sueddeusche.de 23.3.20

  • I Giochi estivi del 2020 non possono più svolgersi: Canada, Australia e Norvegia non vogliono inviare atleti a Tokyo.
  • Il DOSB sostiene anche il trasferimento – e anche gli organizzatori giapponesi hanno dei dubbi.

Quattro settimane Quello è stato il periodo in cui il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) è stato serio domenica sera. Per un periodo di quattro settimane, ha voluto monitorare la situazione che circonda la pandemia della corona e anche esaminare possibili scenari alternativi per ospitare i giochi estivi a Tokyo , secondo una dichiarazione. Cosa non c’era: che ci sarebbe stato uno spostamento in ogni caso.

Un periodo di quattro settimane? Non passò molto tempo prima che questo strano gioco crollasse. Invece, il CIO è stato revisionato a sinistra e a destra. Anche gli organizzatori dei giochi di Tokyo si sono espressi in modo abbastanza drastico. “Non siamo stupidi ad ospitare i Giochi Olimpici come previsto”, ha dichiarato Yoshiro Mori, presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, in una conferenza stampa lunedì.

Difficilmente può giungere a nessuna altra conclusione, perché uno specifico rifiuto si insinua dopo l’altro. Poco dopo la dichiarazione del CIO, il Comitato olimpico canadese ha dichiarato che non avrebbe mandato gli atleti alle partite se avessero corso in estate come previsto. Poco dopo, anche Australia e Norvegia furono d’accordo. L’organizzazione ombrello svizzera dello sport ha affermato che i giochi non dovrebbero aver luogo fino a quando il mondo non avrà il controllo della pandemia. La Confederazione sportiva olimpica tedesca (DOSB), d’altro canto, ha annunciato martedì pomeriggio nella persona del suo presidente Alfons Hörmann che ha preferito “trasferirsi almeno nell’anno successivo”. In realtà, il DOSB aveva pianificato un sondaggio tra atleti e discussioni con le associazioni centrali e il governo federale,

Un sondaggio separato tra i nuotatori tedeschi, l’80% dei quali sosteneva il trasferimento, ha mostrato in quale direzione può andare questo umore. Ora il posizionamento del DOSB è arrivato più veloce – e allo stesso tempo Hörmann ha criticato il fatto che il CIO desiderasse che il mondo dello sport facesse sobbollire per quattro settimane. “L’esame del trasferimento è un passo corretto, che è atteso da tempo in vista dell’attuale situazione sanitaria nel mondo”, ha dichiarato: “Tuttavia, avremmo già voluto una chiara dichiarazione secondo cui i giochi non potevano assolutamente svolgersi nella data prevista e ora sono possibili Si consigliano alternative. “

Canada, Australia, Germania: questi sono tre dei paesi che inviano il maggior numero di partecipanti ai Giochi olimpici. È solo una questione di tempo prima che gli altri seguano l’esempio. Inoltre, la pressione non viene solo dai singoli paesi, ma anche da alcune associazioni professionali – non da ultimo dalle più importanti: dall’atletica leggera, lo sport di base per eccellenza.

In un sondaggio del sindacato degli atleti “The Athletics Association”, che tra le altre cose ha fondato il campione olimpico di salto triplo Christian Taylor, quasi l’80% ha parlato a favore del trasferimento. Sebastian Coe, il presidente dell’associazione mondiale, invocò una lettera per la cancellazione. L’implementazione era “né fattibile né desiderabile” era il messaggio centrale dell’uomo, il cui rapporto un tempo intimo con il capo del CIO Thomas Bach ora si è notevolmente raffreddato.

Quindi non si tratta più di sapere se i giochi potranno davvero svolgersi nell’estate 2020, ma solo di quando verrà annunciato un rinvio e qual è la migliore data di sostituzione. Richard Pound, un membro del CIO di lunga data proveniente dal Canada, ha dichiarato a USA Today lunedì: “Sulla base delle informazioni disponibili al CIO, la decisione è stata decisa”. I parametri per ulteriori azioni non sono ancora stati impostati “, ma i giochi non inizieranno il 24 luglio, lo so molto”, ha aggiunto Pound. Il dibattito sugli scenari alternativi è ora dovuto in particolare al fatto che si tratta ovviamente di molti soldi. Molti soldi. C’è stato uno spostamento per entrambi gli organizzatori a Tokyononché conseguenze significative per il CIO. Ecco perché prestiamo molta attenzione a chi dice cosa o chi non dice cosa e chi alla fine si assume la responsabilità della posa, anche se il CIO è sempre l’ultima risorsa nel mondo olimpico.

Uno degli scenari attualmente in circolazione prevede di posticipare i giochi di alcuni mesi fino all’autunno. Questo mostra un esempio di come le considerazioni economiche giocano sulla questione. Le attuali Olimpiadi – non i giochi in quanto tali, ma l’epoca di quattro anni in cui si terranno i giochi invernali ed estivi – si concluderà nel dicembre 2020. I contratti di sponsorizzazione sono stati generalmente adottati per tali Olimpiadi. D’altra parte: il più importante partner per i diritti TV del CIO è la stazione televisiva statunitense NBC, che ha impegnato quasi sei miliardi di euro per la trasmissione dei giochi entro il 2032. È improbabile che la NBC si diverta a mandare in onda i giochi in autunno, quando le principali leghe professionistiche americane sono dovute a riprendere le operazioni.

Passare alla prossima estate è difficile

Ma indipendentemente da tali considerazioni, l’autunno 2020 è uno scenario non realistico per altri motivi. Il coronavirus è molti virologi poi a livello globale probabilmente ancora infuria fuori dalla vista. Le altre condizioni quadro attualmente criticate – la diseguale situazione di allenamento degli atleti o il sistema di controllo del doping inattivo – difficilmente cambieranno fino ad allora.

Un trasferimento a volte discusso nell’estate del 2022 è difficile perché l’anno è già pieno di giochi invernali a Pechino – ovvero a Corona, il paese di origine – così come i Mondiali in Qatar. Per l’estate del 2021, furono effettivamente programmate le competizioni per il titolo mondiale degli sport principali del nuoto e dell’atletica leggera. Ma non solo Coe ha indicato che questo non potrebbe essere il motivo. Quindi sembra che anche i Giochi Olimpici saranno spostati nella prossima estate dopo il Campionato europeo di calcio.