Le riserve auree sono sufficienti solo per due settimane

| di Claude Baumann finews.ch 2;.3.20

Martedì la situazione del mercato dell’oro fisico in Svizzera è arrivata al culmine. Zürcher Kantonalbank, uno dei più importanti “commercianti di metalli” in Germania, ha smesso di commerciare. In linea di principio, esiste un solo fornitore rilevante. 

Finews.ch aveva riferito esclusivamente una settimana fa che si stavano formando lunghe file di persone davanti al negozio Degussa Goldhandel in Bleicherweg a Zurigo. Erano potenziali acquirenti di oro fisico.

Il giorno seguente, la società ha dovuto chiudere i locali commerciali a causa della “situazione straordinaria” emanata dal Consiglio federale in Svizzera. Non ha senso, tuttavia, che la vendita è ora completamente interrotta, come è stato propagato in alcuni media.

I compratori di oro interessati possono ancora ordinare online il metallo prezioso giallo da Degussa, come confermato da Andreas Halblützel su finews.ch . A meno che la domanda non sia aumentata di 30 volte negli ultimi giorni.

Rifornimento interrotto

Tuttavia, il capo di Degussa Goldhandel ha confermato che la fornitura di oro è stata completamente interrotta, poiché le quattro raffinerie in Svizzera (due in Ticino, due in Svizzera francofona), che in precedenza servivano da fornitori, hanno chiuso.

Ma anche la fornitura di monete preziose dall’estero è stata interrotta perché le società di conio interessate, per lo più società di proprietà statale negli Stati Uniti, in Canada o in Sudafrica, attualmente non funzionano.

Situazione drammatica

Secondo Hablützel, Degussa ha riserve di oro fisico in Svizzera, che sono state sufficienti per due settimane se le vendite sono rimaste invariate. Successivamente, anche questa società dovrà smettere di vendere perché le scorte sono vuote. “Saremo sicuramente gli ultimi sul mercato a smettere di vendere”, ha affermato Hablützel.

La drammatica situazione nel frattempo è illustrata dall’annuncio della Zürcher Kantonalbank (ZKB), che ha annunciato martedì di “chiudere completamente il suo commercio di metalli”. La sede del loro fornitore è in Ticino e non possono più produrre a causa della chiusura.

“Per questo motivo, non è possibile ordinare altri metalli preziosi fino a nuovo avviso”, conclude ZKB, che è uno dei più importanti commercianti di metalli preziosi in Germania.