Coronavirus: le truffe finanziarie sono in aumento

Gabriel Nedelec lesechos.fr 26.3.20

Purtroppo, i periodi di crisi sono spesso favorevoli alla proliferazione di truffe.
E quello del coronavirus non fa eccezione alla regola.
L’autorità di controllo prudenziale e risoluzione (ACPR) e
l’autorità dei mercati finanziari (AMF) lo hanno già notato.
I due regolatori chiamano davvero il pubblico a “la più grande vigilanza contro il rischio di truffe nel contesto dell’epidemia di covid-19 e
recessione nei mercati finanziari” , leggiamo in un
comunicato
stampa pubblicato giovedì.
Queste offerte possono assumere varie forme che vanno da un “investimento presentato come un porto sicuro” – come oro o vini d’annata – a “prodotti bancari o assicurativi falsi con caratteristiche molto interessanti” – rendimento elevato e assenza di rischio, velocità di abbonamento.
Può anche comportare investimenti in società, quotate o meno, “dovrebbero trarre profitto dall’epidemia e vedere aumentare la loro valutazione”.
Coronavirus: come affrontare l’ingegnosità dei truffatoriL’ACPR e l’AMF rilevano una moltiplicazione delle truffe finanziarie in questo periodo di crisi. Questi sollevano le paure suscitate dall’epidemia e il suo impatto sui mercati finanziari.
Un totale di un miliardo di euro
La scorsa settimana, l’AMF ha specificamente contestato il pubblico contro la proliferazione di offerte di investimenti in whisky, mentre ad oggi nessuno di questi prodotti finanziari ha ottenuto dal regolatore la registrazione preventiva obbligatoria prima di qualsiasi commercializzazione.
In totale, l’AMF elenca una dozzina di siti specializzati in truffe di whisky nella sua lista nera.
L’anno scorso, un’enorme truffa sugli investimenti nelle vacche da latte aveva sollevato preoccupazioni tra i regolatori.
“Meglio del booklet A all’1% (sic) … Investire in vacche da latte con un rendimento dal 6 al 12%, chi dice muggito?
», Potrebbe essere letto su banner pubblicitari visualizzati su determinati siti.
In realtà, queste truffe mirano principalmente a raccogliere dati personali – dati delle carte o identificativi bancari, informazioni sugli investimenti e beni correnti – che successivamente consentiranno ai truffatori di effettuare acquisti a distanza o addirittura il furto di identità .
Assicurazione sulla vita: questi risparmiatori sono entrati in borsa poco prima dello schianto
“Le offerte fraudolente si evolvono molto rapidamente e spesso usano le notizie, aggiungono le autorità di vigilanza.
Nell’ambito della loro attività di monitoraggio, l’AMF e l’ACPR hanno già notato che attori senza scrupoli stanno usando parole chiave collegate al virus covid-19 e stanno facendo discorsi commerciali spuri, giocando sulla paura .
Le truffe si erano anche moltiplicate quando la Française des Jeux era diventata pubblica lo scorso autunno.
Tra luglio 2017 e giugno 2019, le truffe finanziarie costano ai cittadini francesi circa un miliardo di euro, secondo le ultime stime comunicate alla giustizia dall’AMF lo scorso settembre.
Gabriel Nedelec