“Cosa sta succedendo ora è epico” – Gestori di fondi senza copertura e senza cerniera Manic in mezzo a una crisi di corona

zerohedge.com 27.3.20

Finora è stato un anno difficile per gli hedge fund. In realtà, a dire il vero, sono stati alcuni anni difficili poiché l’incessante flusso di denaro gratuito nei mercati ha fatto diventare “padroni dell’universo” degli investitori più stupidi e manichini degli investitori più intelligenti mentre gli investimenti “razionali” sono stati buttati fuori finestra a favore delle strategie BTFD, dei longheroni con leva finanziaria e del malarkey “il peggio è il primo”.

Quest’ultimo crollo arriva in un momento particolarmente brutto, come osserva FT, gli hedge fund hanno già subito deflussi degli investitori per 13 degli ultimi 17 trimestri – con mercati galleggianti che hanno aiutato a mantenere le attività del settore gestite costanti a circa $ 3 miliardi – e il numero delle imprese si è ridotta per cinque anni consecutivi .

Alcuni gestori vedono l’opportunità di mettersi alla prova – notate, i fondi “hedge” sono scesi del 10,5% a marzo, mentre il mercato è sceso del 15% – ma molti altri rimangono più scioccati …

Quello che sta succedendo ora è epico”, ha dichiarato Mark Connors, ex gestore di hedge fund che ora lavora nel primo banco di intermediazione del Credit Suisse.

“L’industria non sarà più la stessa dopo”,ha aggiunto, prevedendo che molti fondi cadranno a margine, mentre quelli grandi diventeranno più grandi.

La performance nelle diverse strategie di hedge fund, tra singoli gestori e persino all’interno di fondi multi-strategia è variata in modo estremamente ampio negli ultimi mesi, ma la maggior parte delle strategie ha subito almeno un tratto di perdite da bruciore allo stomaco – forse in particolare “Rischio-Parità “o” Vol-Targeting “strategie che erano diventate così popolari in un mondo di repressione della banca centrale, che ha subito il mese peggiore da Lehman.

“È come indossare una giacca antiproiettile e saltare le bombe a mano ogni giorno”, ha detto il capo di un hedge fund statunitense.

“E mi sento come se avessi perso alcune parti del corpo.”

I politici e i politici disperati, incapaci di assumersi la responsabilità di far esplodere la bolla sempre più in alto prima che scoppiasse, hanno fatto ricorso al consueto playbook di incolpare questi “speculatori miliardari” e “venditori allo scoperto” e anche gli algos (gli stessi alghe che aumentavano le scorte giorno dopo giorno per un decennio dopo lo slancio è stato innescato da un titolo rigurgitato), ma:

“Non si può incolpare i venditori allo scoperto solo perché alcune industrie [o] aziende stanno andando molto male in questi giorni”, ha affermato Lionel Melka, gestore del fondo di HOMA Capital.

“Lanciare il termometro nel cestino non riduce la febbre.”

Dati i mercati turbolenti, la FT conclude in modo piuttosto inquietante che molti investitori valuteranno le loro allocazioni di hedge fund e che il risultato sarà probabilmente più deflussi. Simon Lack, un ex allocatore di fondi hedge di JPMorgan diventato critico dell’industria, ha dichiarato:

“Se perdono un po ‘meno delle azioni, penso che molti investitori chiederanno, qual è il punto?”

Qual è il punto davvero?