L’associazione bancaria europea chiede di sospendere i dividendi per aumentare il credito prima del coronavirus

Expansion.com 27.3.20

La Federazione bancaria europea (EBF) chiede agli istituti finanziari di sospendere quest’anno il pagamento dei dividendi e di riacquistare azioni per aumentare la concessione di credito a società e soggetti colpiti dal coronavirus.

In una lettera indirizzata al Supervisore unico della BCE a cui il Financial Times ha avuto accesso , il principale datore di lavoro bancario europeo afferma che “le banche quotate in borsa non dovrebbero distribuire dividendi o effettuare riacquisti di azioni” per tutto il 2020 per “mantenere il massimo conservazione del capitale “.

La lettera ad Andrea Enria, presidente del Supervisore unico, arriva dopo diversi giorni di discussioni tra i dirigenti delle banche e Jean Pierre Mustier, presidente di EBF.

“Le banche useranno la flessibilità del capitale recentemente annunciata per aumentare le loro capacità di prestito”, secondo la lettera, firmata da Mustier, che è anche amministratore delegato di UniCredit, la più grande banca di attività in Italia.

In Spagna, Santander e CaixaBank hanno annunciato questa settimana cambiamenti nelle loro politiche sui dividendi per far fronte alla crisi del coronavirus. Santander ha annullato il pagamento a causa del 2020 e attenderà fino al 2021 per fissare e pagare la remunerazione addebitata quest’anno. CaixaBank, da parte sua, ha accettato di dimezzare l’impegno già impegnato a causa del 2019 e ha anche ridotto il pagamento (percentuale dell’utile destinato al dividendo) per il 2020 dal 50% al 30%.