Presto un’iniezione per Emirates

Nzz.ch 31.3.20

Lo sceicco Hamdan offre la prospettiva di aiuti alla compagnia aerea Emirates. Man mano che l’attività passeggeri crolla, vengono elaborati più voli cargo da e per Dubai.

Sono stati preparati a Dubai per portare presto liquidità alla compagnia aerea Emirates e con essa il gruppo Emirates con la sua controllata Dnata, che offre servizi di assistenza a terra. Lo sceicco Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktum ha annunciato martedì la prospettiva di un aiuto anticipato sul capitale sul canale Twitter. Si prevede che Emirates riceverà liquidità urgentemente necessaria attraverso un’emissione azionaria, ad oggi in un importo non divulgato.

Investi nel trasporto aereo

Lo sceicco Hamdan ha sottolineato l’importanza strategica di Emirates per Dubai come hub globale e destinazione turistica. Lo stesso giorno, Emirates ha annunciato che avrebbe utilizzato sempre più Boeing-777, che era stato precedentemente utilizzato come jet passeggeri, per i voli cargo. Un Boeing-777 può caricare un carico di 40 tonnellate sul ponte inferiore; se la cabina viene convertita, vengono aggiunte alcune tonnellate in più. Ci saranno voli verso più di 30 destinazioni in tutti i continenti, incluso Zurigo. Indipendentemente da queste espansioni di capacità, Emirates è uno dei maggiori fornitori di trasporto aereo di merci.

Biglietto eccezionale come onere gravoso

Dopo Singapore Airlines, che è già stata ricapitalizzata dal fondo statale Temasek e dalla banca DSB con $ 13 miliardi, sta emergendo un’altra importante campagna di supporto. Si prevede che Emirates e Singapore Airlines saranno supportate dal governo in una fase precoce in modo che possano superare la pandemia della corona relativamente incolume e quindi partecipare al recupero del business delle compagnie aeree. Ciò probabilmente aumenterà la pressione sugli altri governi affinché si affrettino ad aiutare le loro compagnie aeree. Washington ha già annunciato un finanziamento di $ 50 miliardi per le compagnie aeree americane dirette da American, Delta e United.

Sempre martedì, l’associazione industriale Iata ha presentato una previsione di vendite e perdite nel secondo trimestre: in tutto il mondo, le vendite aggregate dovrebbero precipitare a $ 67 miliardi rispetto ai $ 210 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. Di conseguenza, le quasi 300 compagnie aeree dovrebbero consumare liquidità per $ 61 miliardi. Un problema crescente sono gli importi in sospeso sui biglietti che non possono essere pilotati ma devono essere rimborsati continuamente. Queste sono passività dell’ordine di $ 35 miliardi.