Richard Branson vuole un piano di salvataggio della Virgin Atlantic. Veramente?

Di 2 aprile 2020, 13:37 CEST bloomberg.com

Virgin Atlantic impiega 8.500 persone, quindi un certo aiuto è garantito. Ma perché fornire prestiti o garanzie statali quando i suoi ricchi proprietari potrebbero fare di più?

Nel 2017, il miliardario britannico Richard Branson ha deciso di tagliare la sua partecipazione in Virgin Atlantic Airways Ltd. a solo il 20% vendendo un terzo della compagnia aerea ad Air France-KLM. A dicembre,  ha cambiato idea circa l’ accordo di 220 milioni di sterline ( $ 274 milioni ) e ha optato per mantenere la sua partecipazione nella società da lui fondata al 51%. La Delta Air Lines Inc. americana possiede l’altra metà.   

Branson ha definito il corriere transatlantico “uno dei miei figli” . Ma con la maggior parte della flotta dell’Atlantico vergine ora a terra a causa delle restrizioni del coronavirus, probabilmente vorrebbe aver preso i soldi di Air France. La società ora sta consumando denaro in un attimo.

Per contribuire ad alleviare una crisi finanziaria, Virgin Atlantic chiede al governo britannico di Boris Johnson di fornire 500 milioni di sterline di prestiti garantiti dal governo e garanzie di credito, in modo che i processori di carte di credito non trattengano il proprio denaro . Airbus SE e Rolls-Royce Holdings Plc, che rispettivamente vendevano aerei e motori a Virgin Atlantic, hanno anche fatto pressioni sul Regno Unito per conto di Virgin Atlantic, secondo quanto riportato dal Financial Times .

È difficile capire perché Johnson avrebbe gettato un’ancora di salvezza in Virgin Atlantic prima che i suoi azionisti domiciliati nelle Isole Vergini americane e britanniche si fossero approfonditi. Lo stesso Branson vale $ 5,2 miliardi , secondo l’indice Bloomberg Billionaires.

Finora, il magnate ha iniettato $ 250 milioninelle sue varie compagnie Virgin, di cui oltre $ 100 milioni sono andati alla compagnia aerea, secondo Sky News . Ma questo chiaramente non è abbastanza. Mentre la performance finanziaria di Virgin Atlantic potrebbe essere migliorata prima che colpisca il coronavirus, in totale ha perso oltre $ 100 milioni nel 2017 e nel 2018, gli ultimi due anni per i quali sono disponibili i suoi  conti .

Questo è uno dei motivi per cui il suo bilancio è più debole dei suoi pari europei. L’indebitamento netto rettificato per il leasing è stato cinque volte superiore a una misura comparabile degli utili, secondo gli ultimi conti del gruppo (che comprende l’operatore turistico Virgin Holidays). Air France-KLM – per nulla finanziariamente la compagnia aerea più forte – ha un debito netto di 1,5 volte la stessa misura degli utili.  

Mentre Virgin Atlantic aveva quasi 500 milioni di sterline in contanti alla fine di dicembre 2018, gran parte di quel denaro proveniva da clienti che pagavano i biglietti molto prima che viaggiassero. Le sue passività correnti hanno superato di gran lunga le sue attività correnti, il che è un problema se i clienti iniziano a chiedere il rimborso perché non possono volare.

Non sorprende che Airbus e Rolls-Royce stiano dalla parte di Branson, ma nessuno dei due aveva l’obbligo di vendere aeromobili e attrezzature a una compagnia aerea in crisi finanziaria. Virgin Atlantic aveva 2,6 miliardi di sterline di futuri impegni di capitale per cose come aerei e motori, secondo i conti del 2018, un mucchio che ha aggiunto alla scorsa estate effettuando un ordine per 14 Airbus A330neos.

La società madre, Virgin Travel Group Ltd, si è ulteriormente estesa fornendo circa 40 milioni di sterline di finanziamenti a una compagnia aerea regionale del Regno Unito, la compagnia aerea Flybe Ltd, che successivamente è fallita.  

Le pandemie sono un rischio noto quando gestisci una compagnia aerea, ma nessuno può prevedere uno shock tanto diffuso e potenzialmente di lunga durata come questo. Quindi un certo aiuto del governo è probabilmente giustificato – alla luce dei circa 8.500 posti di lavoro in gioco. Tuttavia, l’offerta del governo britannico di coprire l’80% dei salari dei lavoratori licenziati è già piuttosto generosa; Il salario annuo della Virgin Atlantic è di oltre 300 milioni di sterline.

È più difficile capire perché un governo dovrebbe fornire prestiti o garanzie a Virgin Atlantic, quando i suoi azionisti o finanziatori commerciali non sembrano disposti a farlo – al di là di ciò che Branson ha intaccato.

In tutta onestà, anche l’altro grande azionista, Delta, è in una situazione difficile. Sta bruciando circa $ 50 milioni di denaro al giorno e Standard & Poor’s, un’agenzia di rating del credito, ha ridotto il suo debito alla spazzatura. Tuttavia, la compagnia aerea statunitense ha esteso con successo le sue linee di credito e il suo governo ha promesso $ 50 miliardi di assistenza per l’industria. Il valore di mercato di Delta rimane al di sopra di $ 15 miliardi . 

Se Branson è a corto di liquidità, ci sono altre attività che potrebbe monetizzare, tra cui una quota di maggioranza nella società spaziale Virgin Galactic Holdings Inc. , la cui capitalizzazione di mercato è di $ 2,9 miliardi. Se i proprietari non dovessero ricevere più denaro, il governo britannico dovrebbe insistere sul fatto che Branson diluisce la proprietà della Virgin Atlantic come inizialmente previsto; solo questa volta sottoscrivendo il patrimonio netto ai contribuenti.