PREVISTO CALO DEI PREZZIAddio al boom immobiliare

JULIA LÖHR, BERLINO Faz.net 12.4.20

Gli esperti si aspettano che i beni immobili diventino più economici del 25% nei prossimi mesi a causa della pandemia della corona – e l’immigrazione aumenterà nuovamente i prezzi in seguito.

Per molti anni, i prezzi degli immobili in molte regioni della Germania conoscevano solo una direzione: drasticamente verso l’alto. Per anni, gli economisti hanno anche avvertito che ci sarà uno shock esterno che farà scoppiare questa bolla dei prezzi. Ora sta diventando evidente che il rallentamento dell’economia a causa della pandemia della corona è ovviamente uno shock tale che i prezzi di acquisto saranno probabilmente abbassati significativamente nei prossimi mesi.

Questo è almeno il risultato di uno studio condotto dalla società di analisi Empirica, che è uno dei quattro membri del Consiglio “Real Estate Wise Men”, che fornisce consulenza al governo federalesulla politica abitativa. “Nel complesso, prevediamo un calo dei prezzi di acquisto nei prossimi mesi, che dovrebbe aggirarsi intorno al 10-25%”, afferma la valutazione. Maggiore è la recessione in Germania, più profondo sarà il mercato immobiliare.

Sono previste vendite di emergenza di persone con perdita di reddito e diminuzione della “migrazione degli sciami”. Ciò significa che il fenomeno che molte persone all’interno della Germania si sono recentemente trasferite in città come Berlino, Lipsia o Friburgo, sia a causa delle prospettive professionali o delle attività del tempo libero – un “effetto di prosperità”, come afferma lo studio. Nessuno può ancora dire quanto l’economia tedesca stia soffrendo della pandemia. I principali ricercatori economici prevedono solo un calo del 4,2 per cento del prodotto interno lordo. I singoli economisti ritengono inoltre ipotizzabile un crollo di oltre il 20 percento.

Tra l’inizio e la fine di marzo, il numero di oggetti immobiliari pubblicizzati è diminuito in modo significativo. Il calo è stato del 10 percento per i condomini e del 17 percento per le case. Le offerte per condomini sono diminuite del 19 percento. Per quanto riguarda i prezzi al metro quadro, tuttavia, non vi è ancora alcuna riduzione, ma piuttosto un leggero aumento. Gli analisti affermano che ci sono ragioni strutturali per questo: se vuoi o devi vendere ora, cerca di ottenere i “vecchi prezzi”.

Dal punto di vista di Empirica, il crollo atteso dei prezzi degli immobili sarà solo temporaneo. “Prevediamo un’ondata di immigrazione perché la Germania sta attraversando la crisi meglio di altri paesi”, afferma il CEO Reiner Braun. Pensa principalmente agli europei del sud, che sono stati attratti dalla Germania in gran numero nel corso della crisi finanziaria. Ma anche gli inglesi e gli americani potrebbero far aumentare la domanda. “Nel complesso, prevediamo un recupero a lungo termine dei prezzi di acquisto, nella migliore delle ipotesi dalla fine del 2021”, afferma lo studio. Secondo gli analisti, è probabile che anche gli affitti di nuovi contratti diminuiscano nel breve termine, ma in modo meno forte rispetto ai prezzi di acquisto. Ciò dipenderà dallo sviluppo del numero di disoccupati e dalla situazione del turnover dei lavoratori autonomi.

Nel primo trimestre di quest’anno, gli affitti degli affitti sono aumentati solo dello 0,8 per cento rispetto alla fine dell’anno. I prezzi di acquisto dei condomini sono aumentati del 2,8 percento, le case unifamiliari e bifamiliari sono aumentate del 2,7 percento. Ciò ha continuato la tendenza dell’anno passato, in cui i prezzi di acquisto sono aumentati significativamente più degli affitti. Gli economisti sono preoccupati per questo sviluppo perché potrebbe causare lo scoppio di modelli di finanziamento. La Bundesbank prevede che i prezzi degli immobili nelle città saranno sopravvalutati fino al 30 percento. A febbraio, Lars Feld, membro del Consiglio consultivo, ha avvertito che la divergenza tra affitti e prezzi di acquisto ha sollevato “questioni di stabilità finanziaria”.

“Il calcolo per le ubicazioni dei rottami (anni ’50, non rinnovato, in corrispondenza di un incrocio a sei corsie con il rumore degli aerei) e per i nuovi edifici costosi (con requisiti di aumento degli affitti integrati e poco capitale proprio finanziato) non funziona più”, afferma lo studio Empirica. Secondo l’esperienza Corona, gli analisti si aspettano che gli acquirenti diano più valore su un balcone e uno studio separato in futuro. I micro-appartamenti che sono stati così popolari di recente con gli investitori ora avrebbero avuto un momento più difficile. Nel complesso, “a causa degli sconvolgimenti sociali attuali e percepiti” di Corona , ci si può aspettare una maggiore regolamentazione da parte dei politici. È anche probabile un prelievo di proprietà o una corona soli.