Zuger KB addebita interessi negativi da CHF 0-La banca statale della Svizzera centrale trasforma i risparmiatori in una serie. Chiunque porti denaro fresco può aspettarsi di pagare una penalità dello 0,75%.

Insiderparadeplatz.ch 14.4.20

Sulla scia della pandemia della corona, c’è stata una via di fuga dal denaro. Le banche hanno cercato contanti durante la notte e i tassi di interesse sono saliti.

La fine dei temuti tassi di interesse negativi? Non così. Anche se i tassi di interesse sono attualmente rivolti verso l’alto e tutte le banche stanno dando i loro soldi per i prestiti corona alle PMI:

I tassi di interesse negativi rimangono. Sì, si stanno stringendo.

Lo dimostra l’esempio della Zuger Kantonalbank, un’importante banca statale della Svizzera centrale. Ha appena informato i clienti che sarebbe dovuto un interesse negativo dello 0,75 per cento.

A partire da soli CHF 0. Ciò è dimostrato dall’esempio di un nuovo cliente che ha portato i suoi soldi da una banca a Zuger KB.

Un portavoce di Zuger KB ha dichiarato su richiesta: “Zuger Kantonalbank addebita solo interessi negativi su base individuale e su base individuale”.

“Non esiste una dimensione definita, ma dipende sempre dalla relazione generale con il cliente.”

“Se viene aperto un nuovo rapporto con il cliente, che riguarda principalmente il” parcheggio “in contanti e l’obiettivo non è quello di stabilire un rapporto commerciale interessante per entrambe le parti entro un determinato periodo di tempo, si può certamente utilizzare un limite di esenzione di conseguenza basso.”

Ciò significa: anche da zero franchi. Almeno questo è ciò che dice la lettera di Zug KB a un cliente. “Limiti di interessi: importo illimitato”, afferma.

I tassi di interesse negativi non sono pertanto mitigati. Al contrario, ampliato.

Questo chiarisce che le banche stanno usando la crisi del virus per guarire.

Poiché parlano molto più credito, il loro saldo in contanti diminuisce, che devono depositare presso la banca centrale a meno 0,75 per cento.

A ciò si aggiunge il fatto che la Banca nazionale ha ampliato il limite gratuito per i tassi di interesse negativi in ​​considerazione della situazione.

Ciò significa che quasi nessuna banca commerciale paga interessi negativi presso la Banca nazionale. Un grande sollievo.

Invece di trasferirli ai clienti ed evitare l’onere dei tassi di interesse negativi, case come la KB di Zugo stanno espandendo ulteriormente il regime.

E: molte PMI possono avere crediti in sofferenza grazie alla garanzia di 40 miliardi del contribuente. Nessun default di credito per le banche.

Conclusione: l’attività dei tassi di interesse da cui vivono tradizionalmente le banche svizzere e che era a rischio a causa della riduzione dei margini sta vivendo un nuovo boom.

Grazie a Corona.