Negato un salvataggio, Virgin Australia un avvertimento per altre compagnie aeree

Di Bloomberg.com 22.4.20

  • Trasportatore sopraffatto dall’impatto del virus in meno di due mesi
  • Demise conferma l’avvertimento della IATA che le compagnie aeree hanno bisogno di aiuto

Per una nuova prospettiva sulle storie che contano per gli affari e la politica australiani, iscriviti alla nostra nuova newsletter settimanale .

Il crollo di Virgin Australia Holdings Ltd. dopo il più breve dei combattimenti indica che le compagnie aeree più deboli del mondo hanno poco tempo per assicurarsi i fondi prima di soccombere al coronavirus.

Il corriere carico di debiti è diventato il più grande cuoio capelluto della compagnia aerea quando ha dato il controllo agli amministratori martedì. Un quasi arresto delle entrate dei passeggeri ha travolto la società con sede a Brisbane in meno di due mesi.

Dovremmo abituarci a notizie di questo tipo”, ha affermato Volodymyr Bilotkach , docente di gestione del trasporto aereo presso l’Istituto di Tecnologia di Singapore. “Vedremo più compagnie aeree andare sotto.”

La velocità del disfacimento della Virgin Australia suggerisce che i gruppi industriali non hanno esagerato nel sollevare l’allarme con frequenza crescente. L’International Air Transport Association, che rappresenta quasi 300 compagnie aeree, ha dichiarato che la bancarotta si trova a metà del fallimento in due o tre mesi senza l’aiuto del governo. Molti vettori dispongono di personale specializzato e di fondano intere flotte . La IATA ha avvertito che 25 milioni di posti di lavoro nel settore dell’aviazione e nei settori correlati sono a rischio .

In Australia, il governo ha respinto l’appello iniziale della Virgin Australia per un prestito di $ 1,4 miliardi ( $ 884 milioni ). Diverse altre proposte di aiuti di Stato hanno avuto la stessa risposta, secondo l’amministratore delegato Paul Scurrah, fino a quando una richiesta finale di soli $ 200 milioni è stata respinta lunedì.

Anche altri vettori che lottano per attingere ai fondi di salvataggio stanno vacillando.

Nessun salario

Virgin Atlantic Airways Ltd. sta lottando per convincere un governo scettico del Regno Unito a intervenire nel fornire supporto, con il fondatore miliardario e il proprietario del 51% Richard Branson che ha dichiarato lunedì che la compagnia aerea non sopravviverà senza un aiuto esterno.

Linea aerea di sconto Norwegian Air Shuttle ASA , che ha messo a terra la sua intera flotta, ha detto Lunedi che ha messo quattro unità pilota e cabina equipaggio in Danimarca e Svezia in protezione di fallimento perché non poteva pagare gli stipendi. La compagnia ha lanciato uno swap di debito per equità nel tentativo di soddisfare i termini dei fondi di salvataggio del governo norvegese.

South African Airways , che ha realizzato un profitto per l’ultima volta nel 2011, prevede di licenziare l’intera forza lavoro dopo aver fallito nel convincere il governo a fornire maggiori aiuti finanziari. Il coronavirus potrebbe rivelarsi troppo per la compagnia aerea di 86 anni, che stava riducendo le rotte e considerando i tagli di lavoro anche prima dell’epidemia.

Con oltre 5 miliardi di dollari di debito e una serie di sette perdite annuali consecutive, Virgin Australia era già fragile dal punto di vista finanziario. Scurrah, che ha assunto la guida nel 2019, era nel mezzo di un piano di inversione di tendenza per ridurre il debito e i costi quando è emerso il virus. In definitiva, il bilancio della compagnia aerea gli ha negato il tempo di negoziare i finanziamenti necessari.

Gli amministratori di Deloitte che controllano Virgin Australia ora mirano a ristrutturare l’attività e trovare un acquirente entro due o tre mesi. Più di 10 parti hanno già manifestato interesse, secondo Vaughan Strawbridge, uno dei quattro amministratori. Martedì ha detto che non ha intenzione di cambiare le operazioni della compagnia aerea o il personale dei vigili del fuoco.

Prime vittime

Virgin Australia si unisce a FlyBe Group Plc , che è stata la più grande compagnia aerea nazionale del Regno Unito prima che collassasse il mese scorso, a causa delle prime perdite aziendali causate dal virus. Il Gruppo Ravn Air , le cui compagnie aeree collegano le estese regioni dell’Alaska, ha recentemente presentato istanza di fallimento del Capitolo 11 dopo aver esaurito i contanti per pagare il personale e far volare gli aerei, e la Braathens Regional Airlines, con sede in Svezia, sta anche ristrutturando sotto la protezione del tribunale.

Stremati dai divieti di viaggio nazionali e internazionali, le compagnie aeree potrebbero perdere $ 314 miliardi di vendite di biglietti quest’anno, secondo la IATA. Il centro CAPA per l’aviazione di Sydney, previsto a marzo, la maggior parte delle compagnie aeree fallirebbe entro la fine di maggio, a meno che i governi e l’industria non adottino misure coordinate per evitare tale situazione.

Per quanto riguarda Virgin Australia, il suo fallimento espone anche i pericoli della gestione di una società per commissione. Il vettore aveva una delle strutture di proprietà più insolite del settore, con quattro gruppi di aviazione straniera – Singapore Airlines Ltd. , Etihad Airways PJSC , HNA Group Co. e Nanshan Group Co. – ciascuna con una partecipazione di circa il 20%. Branson’s Virgin Group possiede circa il 10%.

Nessuno di quei maggiori investitori aveva il controllo assoluto di una compagnia aerea che abitualmente perdeva denaro. Gli azionisti ora si posizionano al di sotto dei creditori della Virgin Australia mentre Deloitte tenta di salvare l’attività. Anche i dipendenti con retribuzioni siedono al di sopra dei proprietari dell’azienda in caso di liquidazione.

Anche per quei vettori che hanno ricevuto aiuti governativi, l’aiuto potrebbe non essere altro che una sospensione dell’esecuzione, secondo l’ Amministratore Delegato di Air Baltic Corp. Martin Gauss.

Per le compagnie aeree più deboli, i blocchi hanno bloccato le perdite operative mentre i salvataggi statali coprono i costi, quindi il vero test arriverà quando il volo riprenderà, ha detto Gauss al telefono. Una domanda debole, una recessione economica e cordoli di distanza a bordo che hanno danneggiato i livelli di occupazione potrebbero produrre un’ondata di fallimenti, ha detto.

– Con l’assistenza di Christopher Jasper