Crowdlitoken con tasche piene in cerca di proprietà

Finews.ch 23.4.20

Con la benedizione del regolatore del Liechtenstein, Crowdlitoken ha iniziato a vendere i token immobiliari. Il prossimo passo per l’avvio è investire i fondi raccolti. 

Il via libera dell’autorità di vigilanza del mercato finanziario del Liechtenstein è arrivato lo scorso dicembre e questo mese è stata completata la cosiddetta offerta di prodotti digitali (DPO) della startup Crowdlitoken . La società ha raccolto 16 milioni di franchi da 454 investitori, come ha scritto giovedì, che ora devono essere investiti in modo redditizio nel settore immobiliare. 

Sono già stati riservati due immobili in Svizzera e un totale di circa 30 milioni di franchi verrà costruito in Germania e Svizzera. Ciò dovrebbe quindi dare ai proprietari di token un ritorno dal 5 al 7 percento.

Lista d’attesa aperta

Il tokening immobiliare è una delle aree che hanno un grande potenziale nel settore blockchain. Finora, per i piccoli investitori è stato possibile solo in misura limitata investire in immobili e negoziare questi diritti di proprietà. Crowdlitoken è una delle aziende che stanno cercando di risolvere questo problema.

Come ha scritto la società guidata dal CEO Domenic Kurt, esiste già una lista di attesa per il prossimo round di finanziamento. Un altro DPO dovrebbe avvenire nel trimestre in corso.