10.000 posti di lavoro sull’orlo – 100 aerei in menoIl capo Lufthansa prepara i dipendenti al peggio

Blick.ch 24.4.20

Il capo della Lufthansa Carsten Spohr prevede di tagliare 10.000 posti di lavoro nella crisi della corona. La flotta si ridurrà di circa 100 aeromobili, ha affermato venerdì il CEO in un messaggio interno ai dipendenti.

Prima dello scoppio della pandemia, il più grande gruppo aereo europeo aveva circa 130.000 dipendenti e 760 aerei.

Spohr non si aspetta che la società torni in equilibrio fino al 2023, che sarà quindi diverso. “Siamo stati il primo settore ad essere colpito da questa crisi globale e l’aviazione sarà l’ultima a partire”, ha affermato il capo della Lufthansa.

Dopo la crisi, la società prevede ricavi inferiori del dieci percento e un utilizzo della capacità inferiore del dieci percento. Uno dovrebbe spendere oltre un miliardo di euro all’anno per interessi e rimborsi di prestiti.

Giovedì Lufthansa ha dichiarato che non è più possibile salvarsi da solo dalla crisi della corona. Sono in corso trattative per aiuti pubblici del valore di miliardi. La società aveva annunciato che la perdita operativa di 1,2 miliardi di euro nei primi tre mesi dell’anno sarebbe stata seguita da un segno negativo ancora più elevato nell’attuale trimestre. Per il prossimo futuro, il gruppo non sarebbe più in grado di soddisfare gli attuali requisiti patrimoniali con fondi aggiuntivi raccolti sul mercato.

(SDA)