I prezzi del petrolio negativi erano un avvertimento, non un’anomalia

Di Bloomberg.com 26.4.20

Il crollo del greggio a prezzi negativi lunedì è stato un chiaro avvertimento di quanto scarso spazio di stoccaggio per il petrolio stia diventando. I prezzi sotto zero sono il modo in cui il mercato dice ai produttori di smettere di pompare, ora.

Respingere la storica mossa nel contratto di maggio per il greggio intermedio del Texas occidentale come “più una cosa finanziaria che una situazione petrolifera”, come ha fatto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, non ha capito. Le persone lasciate in possesso di quel contratto quando le negoziazioni cessate martedì avrebbero dovuto prendere in consegna il petrolio presso l’hub di stoccaggio di Cushing in Oklahoma. Ma con il mondo inondato di petrolio, non c’era posto per loro per immagazzinarlo. Quindi hanno dovuto liberarsi di tale obbligo, a quasi tutti i costi.

La situazione è sorta perché in un mondo c’è ancora troppo prodotto grezzo che non può usarlo .

I  tagli  alla produzione concordati il ​​12 aprile, dopo uno scontro di quattro giorni tra il Messico e gli altri membri dell’alleanza OPEC +, non hanno ancora fatto la differenza. Stanno appena iniziando a essere implementati da una manciata di partecipanti, con la maggior parte – tra cui i due più grandi, l’Arabia Saudita e la Russia – che difficilmente realizzeranno riduzioni significative prima che l’accordo entri in vigore ufficialmente il 1 maggio. Nel frattempo, circa 40 milioni di barili del greggio saudita si sta dirigendo verso gli Stati Uniti , insieme ad almeno 11 milioni di barili dall’Iraq, che dovrebbe arrivare entro l’inizio di giugno. 

I segni altrove sono altrettanto scoraggianti. I produttori non OPEC semplicemente non reagiscono abbastanza rapidamente. La produzione statunitense non è diminuita in modo così drammatico come sembrano mostrare i dati settimanali dell’Energy Information Administration. Dati mensili più completi della stessa fonte suggeriscono che il calo è circa la metà di quello implicito dai numeri settimanali e per un periodo che è quattro volte più lungo.

Il mio collega David Fickling osserva che altri gradi grezzi di riferimento, come il North Sea Brent, non hanno gli stessi requisiti di consegna fisica del WTI, il che può fornire loro una certa protezione dalla caduta in territorio negativo. Ma Intercontinental Exchange Inc., un fornitore leader di mercati online e servizi di compensazione per il trading globale di materie prime, sta già preparando contratti grezzi Brent per il trading negativo. E alcuni greggi fisici al prezzo di grandi sconti per il Brent sono già molto vicini allo zero. 

Nel frattempo, la mancanza di spazio di archiviazione a Cushing che ha innescato l’immersione sub-zero di WTI non sembra destinata a migliorare entro la scadenza del contratto di giugno, sebbene la consapevolezza che i prezzi possano effettivamente diventare negativi può aiutare a evitare una ripetizione a metà maggio.

Ma non è solo a Cushing che la capacità di archiviazione si sta esaurendo. I serbatoiindiani sono quasi pieni . Le petroliere piene di greggio stanno iniziando a costruirsi al largo delle coste d’America e di famose aree galleggianti di stoccaggio come la baia di Saldanha in Sudafrica . Anche dove c’è ancora spazio nei serbatoi, è stato quasi sempre riservato, rendendolo non disponibile per l’uso.

A mali estremi estremi rimedi. In Europa, i prodotti raffinati vengono persino stoccati su chiatte . Negli Stati Uniti, l’operatore del gasdotto Energy Transfer LP sta cercando di liberare spazio nei suoi condotti in Texas per immagazzinare 2 milioni di barili di greggio. E un direttore della compagnia petrolifera statale ucraina Naftogaz Ukrainy ha suggerito di conservare il greggio non russo in una  rete di condotte sottoutilizzata , che teoricamente potrebbe contenere fino a 35 milioni di barili.

Anche soluzioni come queste ritarderanno solo l’inevitabile. A meno che i produttori non inizino a ridurre l’offerta in modo molto più aggressivo, un altro attacco di prezzi negativi dovrà farli entrare in azione.