British Airways taglierà fino a 12.000 posti di lavoro nella lotta di sopravvivenza

bloomberg.com 28.4.20

  • La compagnia aerea britannica compie dolorosi passi per ridimensionare per una lunga recessione
  • La perdita di questo trimestre probabilmente peggiora con i velivoli con messa a terra di virus

La IAG SA ridurrà la forza lavoro presso la sua nave ammiraglia British Airways di quasi il 30% in una dolorosa ristrutturazione volta a ridurre il gruppo aereo per superare una crisi che potrebbe durare anni.

Fino a 12.000 posti di lavoro andranno persi presso British Airways, l’ex compagnia aerea statale che ora conduce una scuderia che comprende la compagnia di bandiera spagnola Iberia, l’Aer Lingus in Irlanda e i marchi di sconto Vueling e Level, secondo una dichiarazione di martedì scorso

Un addebito di 1,3 miliardi di euro ( $ 1,4 miliardi ) derivante da coperture del carburante e valutarie ha aggiunto alla perdita operativa del primo trimestre del gruppo e, con i suoi aerei sul terreno, IAG ha affermato che i risultati operativi saranno probabilmente “significativamente peggiori” nel periodo attuale perché il virus ha abbassato la domanda.

È probabile che i duri passi vengano ripetuti da altre compagnie aeree nei giorni e nelle settimane a venire, dopo che le restrizioni di volo volte a combattere il coronavirus hanno gettato l’industria nella sua crisi più ripida di sempre. I vettori hanno un disperato bisogno di denaro, con colleghi come Air France-KLM e Deutsche Lufthansa AG cheinseguono salvataggi da miliardi di euro. Finora lo IAG ha evitato di attingere ai piani di raccolta fondi sostenuti dal governo.

“Nelle ultime settimane, le prospettive per l’industria aeronautica sono peggiorate ulteriormente e ora dobbiamo agire”, ha dichiarato l’amministratore delegato di British Airways Alex Cruz in una lettera ai dipendenti. “Tutti i soldi che prendiamo in prestito ora saranno solo a breve termine e non affronteranno le sfide a lungo termine che dovremo affrontare.”

Come altri vettori europei, British Airways è stata colpita da un doppio carico da contratti di copertura del carburante che non è riuscito a proteggerlo dall’improvviso calo dei prezzi del petrolio.

Le compagnie aeree europee di solito coprono la maggior parte dei loro costi di carburante per proteggersi da un improvviso balzo in una delle loro maggiori spese. Ma a causa del modo in cui alcuni contratti sono strutturati, il calo inatteso ha costretto molti di loro a consegnare contanti alle banche, anche se molti chiedono ai governi salvataggi di miliardi di euro di contribuenti.

Lufthansa e Ryanair Holdings Plc hanno già dichiarato di aver perso denaro con i contratti di copertura , con ulteriori rivelazioni attese con risultati trimestrali.

Lo IAG non prevede che la domanda di passeggeri riprenderà ai livelli del 2019 per “diversi anni”. La società ha dichiarato che la sua perdita operativa prima che le voci eccezionali fossero 535 milioni di euro nel periodo chiuso al 31 marzo.

Ora la sua flotta è quasi completamente radicata, con conseguente ulteriore introito delle entrate. Con contanti e linee di credito non utilizzate per un totale di 9,5 miliardi di euro, il corriere sta effettuando tagli dolorosi per allungare le sue risorse durante la recessione.

I tagli all’occupazione sono anche un duro colpo per il governo del Regno Unito, che sta pagando una parte dei salari dei lavoratori licenziati nella speranza di prevenire un brusco aumento della disoccupazione mentre il paese rimane bloccato. L’economia britannica si contrarrà del 7,6% quest’anno, il più grande calo annuale dal 1921, secondo Dan Hanson di Bloomberg Economics.

Resistenza al lavoro

BA, che ha già assegnato 22.626 lavoratori al piano di preparazione, ora inizierà le discussioni con i gruppi di lavoro su riduzioni permanenti. I piloti rappresentati da Balpa hanno dichiarato di essere stati sorpresi dalla mossa, soprattutto da quando lo IAG ha affermato che era abbastanza ricco da resistere alla tempesta.

“Balpa non accetta che sia stato presentato un caso per queste perdite di posti di lavoro e ci batteremo per salvare tutti”, ha dichiarato il segretario generale Brian Strutton in una nota.

I tagli ai lavori hanno fatto seguito a un annuncio di SAS AB , la più grande compagnia aerea di rete della Scandinavia, martedì che avrebbe eliminato fino a 5.000 posti di lavoro.

Finora quest’anno le azioni di IAG sono diminuite del 65%, dandogli un valore di mercato di 4,3 miliardi di sterline ( 5,4 miliardi di dollari ).

L’annuncio di martedì ha lasciato alcune domande senza risposta, ha affermato Daniel Roeska, un analista di Sanford C Bernstein, incluso lo stato del previsto acquisizione da parte dello IAG di Air Europa in Spagna.

A conti fatti, questo non dovrebbe sorprendere, ma avremmo preferito più colore su quale flessibilità di costi e in che modo la compagnia si aspetta durante la chiusura nelle prossime settimane”, ha detto Roeska in una nota.

– Con l’assistenza di Christopher Jasper e Neil Callanan